Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Due giorni di sport e solidarietà

Sport
08 ottobre 2019

In fuoristrada, senza barriere

di Livio Nonis
Esperienza speciale per venti ragazzi affetti da sindrome di down che hanno fatto da navigatori a piloti di 4x4. alla scoperta di luoghi naturali del territorio
CONDIVIDI
31291
Il ritrovo nella piazza di Clauiano
Sport
08 ottobre 2019 di Livio Nonis Image

Anche quest’anno sport e solidarietà sono stati i protagonisti indiscussi di “A.I.P.S. in fuoristrada 4x4”, organizzata dal Gruppo Fuoristradistico Isontino Alpe Adria e dal Novalis off-road, associazioni che da diversi anni portano avanti programmi solidali fatti di un mix tra divertimento, piacere di stare insieme e conoscenza del territorio.

Lo scorso weekend una ventina di ragazzi con sindrome di down hanno vissuto le emozioni delle corse in fuoristrada: sabato tutti i partecipanti si sono radunati a Trivignano Udinese con il parcheggio dei 4x4 nella piazza di Clauiano dove hanno ricevuto dall’assessore Vanessa Colosetti alcune testimonianze del territorio. Quindi, dopo una piccola colazione, si sono formati i 20 equipaggi dove a fianco del pilota 4x4 sedeva, in qualità di navigatore, uno dei ragazzi speciali: gli equipaggi hanno intrapreso un percorso misto strada-fuoristrada che li ha portati a raggiungere prima un agriturismo per il pranzo e poi, nel primo pomeriggio, le alture del Carso per visitare alcuni siti storici dove si è combattuta la prima guerra mondiale. Al crepuscolo, i fuoristrada hanno preso la via di Gorizia per la cena e il pernottamento.

Domenica il programma è iniziato con la risalita in Slovenia verso il monte Korada. Dopo la sosta in cima, la piccola carovana dei 4x4 ha intrapreso alcuni semplici tratti off-road sul Collio, fino a raggiungere la meta finale a Buttrio, dove la giornata si è conclusa con il pranzo e la consegna dei riconoscimenti a tutti gli ospiti, entusiasti per le due giornate vissute in compagnia e in un clima di avventura.

Commenti (0)
Comment