Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Si amplia la Cucina delle Fratte

Attualità
06 settembre 2018

Fragilità psichiatrica, in Friuli la cura passa attraverso il cibo

di redazione (fonte Il Piccolo Principe)
Un progetto innovativo di integrazione lavorativa e sociale ora ricercato anche da aziende per curarne il servizio mensa
CONDIVIDI
26658
Attualità
06 settembre 2018 di redazione (fonte Il Piccolo Principe)

Cresce il servizio di fornitura pasti della Cucina delle Fratte di Fiume Veneto che fa parte della cooperativa sociale casarsese Il Piccolo Principe. Avviato nel 2013, il servizio dà opportunità di integrazione lavorativa e sociale a persone con fragilità psichiatrica, servendo più di 100 pasti al giorno, consumati internamente alla mensa e distribuiti nei 5 centri diurni dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale. Non solo, dal 3 settembre è partita anche la fornitura dei pasti al personale del Distretto del Sile che avrà sede negli spazi degli alpini di Azzano Decimo.

“Il nuovo servizio risponde a una necessità del personale dell’azienda sanitaria - ha spiegato Laura Colussi, responsabile della Cucina delle Fratte - ed era fortemente richiesto dagli stessi dipendenti. Questa nuova attività ci permetterà di assumere nuovo personale. Siamo davvero felici di poter crescere e dare così aiuto e una possibilità concreta di integrazione a sempre più persone che vivono o hanno vissuto le difficoltà di una malattia psichiatrica”.

Da ottobre partirà anche il servizio di fornitura pasti al secondo stabilimento dell’azienda Jurop di Azzano Decimo, che già dal novembre 2017, si era affidata alla Cucina delle Fratte per il servizio di fornitura pasti ai suoi dipendenti. “Anche questo servizio, ormai collaudato - ha aggiunto Colussi -, viene ampliato grazie al successo della collaborazione e al rapporto di fiducia che abbiamo instaurato lungo questo anno. Il nostro ringraziamento va a questa azienda friulana, la Jurop, che ha dimostrato, scegliendoci come partner nel servizio mensa, grande sensibilità sociale e di credere nei valori dell’accoglienza e del sostegno, visto che nella nostra realtà trovano impiego persone in riabilitazione psichiatrica, oltre che attenzione alla salute per i loro dipendenti visto che noi utilizziamo per le nostre preparazioni solo materie prime sane e a km0”. 

La Cucina delle Fratte è stata anche scelta per la preparazione del catering in occasione della Giornata Internazionale della Salute Mentale che verrà ricordata a San Vito al Tagliamento il 10 ottobre prossimo e che è stata istituita per sensibilizzare la popolazione sull’importanza della diagnosi precoce e favorire l’accesso alle cure, aiutando a superare pregiudizi, stigma e paure legati alle malattie psichiche.

Oltre a questo, la Cucina negli anni si è impegnata in svariate attività di raccolta fondi, alcune divenute appuntamenti richiesti come le cene con delitto, i servizi di catering e banqueting per battesimi, matrimoni, inaugurazioni e altre occasioni di festa. “Sono tutte iniziative - ha concluso Colussi - che ci permettono di implementare la professionalità del servizio e far conoscere all’esterno chi è e cosa fa la cooperativa sociale Piccolo Principe”.

Commenti (0)
Comment