Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Oltre 27 mila visitatori

Turismo
13 gennaio 2018

Presepi in Villa Manin, affluenza record

di redazione (fonte Ufficio stampa Pro Loco FVG)
I presepi del Friuli Venezia Giulia hanno avuto successo anche a Roma, con due premi all'esposizione internazionale
CONDIVIDI
23146
I maestri presepisti di fronte a Villa Manin (ph. Foto Petrussi)
Turismo
13 gennaio 2018 di redazione (fonte Ufficio stampa Pro Loco FVG)

Oltre 27 mila persone hanno visitato durante il periodo natalizio la mostra “Presepi in Villa Manin”: il dato di questa affluenza è stato ufficializzato proprio nel complesso dogale durante la cerimonia di consegna dei diplomi ai 90 presepisti che hanno realizzato le opere esposte. Soddisfazione da parte del Comitato del Friuli Venezia Giulia dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia che, con il sostegno della Fondazione Friuli, ha proposto anche quest’anno il progetto “Presepi FVG” il quale oltre alla citata esposizione nell’Esedra di Levante della Villa ha visto grande affluenza pure negli itinerari del Giro Presepi su tutto il territorio regionale (oltre 4 mila presepi visitabili in 153 località), alla mostra Presepi a Trieste nelle sedi della Presidenza del Consiglio e della Giunta regionale e grande partecipazione al Concorso Presepi nelle Scuole Primarie e dell’Infanzia del Friuli Venezia Giulia (quest’ultima iniziativa vedrà le sue premiazioni a fine mese). Non solo: i presepi del Friuli Venezia Giulia hanno anche avuto successo a Roma, dove la regione è stata l’unica a ricevere due premi alla mostra “100 Presepi - Esposizione internazionale di Presepi” nelle Sale del Bramante nella Basilica di Santa Maria del Popolo: secondo posto per il presepista Renato Zambon di Budoia nella categoria presepi tradizionali e terzo posto per la presepista Graziella Ranieri di Premariacco nella categoria quadri. I due artisti sono stati premiati anche loro nel corso della cerimonia.

“L’ampia affluenza - ha dichiarato il presidente del Comitato regionale Pro Loco Valter Pezzarini - testimonia la bontà di questo progetto in cui ci impegniamo ogni anno di più: questa volta ha un valore ancora più grande, visto che non c’erano altre mostre in corso a Villa Manin. Abbiamo avuto visite pure da fuori i confini regionali, come io stesso ho potuto constatare incontrando un gruppo proveniente da Napoli, città dove il presepe ha una grandissima tradizione, che mi ha fatto i complimenti visto che per loro la nostra mostra è stata un’inaspettata e bella sorpresa”. Tra i visitatori pure il presidente nazionale delle Pro Loco Unpli Antonino La Spina e una troupe della tv austriaca Orf, segno dell’interesse, anche internazionale, per la kermesse.

Pezzarini ha anche voluto ringraziare per l’impegno organizzativo la segreteria del Comitato regionale, i volontari del Servizio civile e la signora Lia Furlanis, volontaria che ha garantito l’apertura della mostra.

I diplomi ai maestri presepisti sono stati consegnati alla presenza del vicepresidente del Consiglio regionale Paride Cargnelutti (presente pure il consigliere regionale Enio Agnola), Franco Mattiussi vicepresidente della Provincia di Udine, Tiziana Cividini assessore alla cultura del Comune di Codroipo, Flavio Pressacco consigliere della Fondazione Friuli e Sergio Paroni responsabile relazioni esterne della Banca di Cividale.

Diploma speciale infine per gli artisti della mostra che sono stati tra i più votati dal pubblico: 1° posto per Giuliano Sessolo di San Giovanni di Casarsa della Delizia, 2° Associazione La Pannocchia Onlus di Codroipo, 3° Fabio Ferro di Gonars, 4° Federico Passone di Persereano di Pavia di Udine e 5a la Scuola primaria di Camino al Tagliamento. Conclusione con un brindisi sotto le volte della barchessa di Villa Manin curato dalla Pro Loco Risorgive Medio Friuli di Bertiolo con sapori e vini del territorio.

Commenti (0)
Comment