Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Per il progetto "What's Up!"

Attualità
06 maggio 2016

Studenti friulani ricevuti in Senato

di Stefano Caso
Gli allievi del "Magrini–Marchetti" di Gemona applauditi dalla ministra Giannini e dalla senatrice Fasiolo. Il progetto esportato anche nelle altre scuole d'Italia
CONDIVIDI
14271
Foto ricordo in Senato per la delegazione regionale (ph. Provincia di Gorizia)
Attualità
06 maggio 2016 di Stefano Caso Image

Riconoscimento di prestigio per “Crescere insieme con What’s Up!”, il concorso regionale promosso da Provincia di Gorizia, Azienda sanitaria 2 e Fondazione Carigo, col contributo dell’Aci di Gorizia. I vincitori del concorso, l’istituto scolastico “Isis Magrini – Marchetti” di Gemona del Friuli, sono stati ricevuti in Senato a Roma dalla senatrice goriziana Laura Fasiolo e poi al Miur, da alcuni stretti collaboratori del ministro Stefania Giannini.

Oltre ai ragazzi di Gemona e ai loro insegnanti Paolo Marsich e Davide Sciacchitano, alla trasferta romana hanno partecipato tutti i soggetti coinvolti nel progetto: l’assessore provinciale Ilaria Cecot, la referente del progetto per l’Azienda sanitaria 2 Cristina Aguzzoli, lo scrittore Igor Damilano, Myriam Vidi della Fondazione Carigo e Cristina Pagliara dell’Aci di Gorizia.

Dopo una visita in Senato, con la senatrice Fasiolo e i commessi a fare da ciceroni nelle sale di Palazzo Madama, la delegazione ha pranzato alla “buvette”, per poi spostarsi negli uffici del ministro Giannini, dove è stato presentato il video vincitore del concorso, "I sette peccati capitali ai tempi di whazzapp", un filmato ironico e divertente che descrive i sette vizi capitali così come emergerebbero da uno scorretto utilizzo della nota applicazione "Whatsapp". Un lavoro che è risultato il primo classificato fra i 43 presentati dai ragazzi di 27 scuole della regione e che ieri ha ricevuto il plauso del ministro Giannini che, attraverso una lettera letta da Laura Fasiolo, ha sottolineato l’intenzione di “esportare” negli altri istituti superiori italiani un progetto come “Crescere insieme con What’s Up!”.

Commenti (0)
Comment