Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Corso per guide turistiche

Turismo
17 febbraio 2015

Raccontare il FVG in modo slow

a cura della redazione
Accogliere il turista e saper presentare anche le eccellenze enogastronomiche della regione. Nuova iniziativa nell'anno di Expo.
CONDIVIDI
8894
Narratorislow.jpg
Turismo
17 febbraio 2015 della redazione

Accogliere il turista e saper presentare anche le eccellenze enogastronomiche del Friuli Venezia Giulia. È questo che si propone il progetto curato dall’Associazione Slow Food FVG, dall’Agenzia Turismo FVG e dal Dipartimento di scienze agrarie e ambientali dell’Università degli studi di Udine, cogliendo lo spunto fornito da Expo 2015.

Il corso è rivolto alle guide turistiche della regione e, più in generale, a chiunque si occupi di accoglienza, e propone un percorso di formazione sulle tematiche del cibo, nella convinzione del loro valore per la presentazione di un territorio e per la piena soddisfazione dell’esperienza turistica.

Punto di partenza del percorso è una visione olistica del cibo, lontana dalla frequente banalizzazione mediatica del suo significato. Il cibo deve essere considerato come intersezione di piani e di linguaggi e come strumento di trasmissione di conoscenza ed emozioni. In questa prospettiva il discorso sul cibo contribuisce a una «narrazione» del territorio più ricca e coinvolgente, grazie alle interconnessioni che esso sa rivelare tra storia, ambiente, cultura ed economia e alla capacità di costruire esperienze e ricordi.

L’obiettivo è dunque quello di creare un legame virtuoso e autentico tra l’esperienza turistica, lo sviluppo di una corretta cultura del cibo e la valorizzazione del patrimonio agroalimentare di qualità del Friuli Venezia Giulia, riconoscendo alle guide turistiche un ruolo cruciale in questo processo.

Ogni incontro ruoterà attorno ad alcune tematiche principali e vedrà la partecipazione di relatori di genere anche molto diverso l’uno dall’altro, in modo da fornire un approccio multidisciplinare e plurale al tema del cibo, in cui un ruolo di rilievo è ricoperto dalla dimensione del racconto e dell’esperienza.

Iscrizioni entro domenica 22 febbraio. Info: narratori.slowfoodfvg@gmail.com

Commenti (0)
Comment