Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Approvato il nuovo logo

Attualità
22 maggio 2014

Cividale, new look per il sistema bibliotecario

di Luciano Patat
Realizzato dalla celebre illustratrice Sara Not. Unirà quindici Comuni.
CONDIVIDI
5527
Il nuovo logo realizzato da Sara Not
Attualità
22 maggio 2014 di Luciano Patat

Un nuovo depliant, sul quale compare un colorato albero che nasce da un libro: è il logo che la celebre illustratrice Sara Not ha realizzato per il Sistema bibliotecario del Cividalese. La Conferenza dei Sindaci del Sistema lo ha avvallato proprio qualche giorno fa durante una riunione in municipio a Cividale.

Sara Not, il cui nome è legato in particolare al personaggio di Valentina di Angelo Petrosino, ha inteso raffigurare il Sistema Bibliotecario come un albero le cui foglie multicolore rappresentano idee e pensieri che nascono dall’informazione e dalla conoscenza, ma anche le biblioteche e i servizi offerti agli utenti. Il piccolo annaffiatoio rosso, che compare anch’esso nel depliant, ha poi lo scopo di incentivare l’amore per la lettura, un invito a prendersi cura di questo “albero prezioso”.

La comunicazione dei servizi e delle informazioni generali relative alle biblioteche del Sistema è stato uno dei principali obiettivi delle iniziative attuate nel corso del 2013. Il Comune di Cividale del Friuli, infatti, è capofila di una rete di biblioteche che, attraverso un’attiva collaborazione, intendono sostenere i servizi di informazione e lettura, valorizzare e diffondere il patrimonio librario, promuovere attività culturali legate alla diffusione della lettura e della conoscenza. Questo sistema bibliotecario è costituito da 15 comuni: oltre a Cividale, ne fanno parte Buttrio, Corno di Rosazzo, Drenchia, Grimacco, Moimacco, Premariacco, Prepotto, Pulfero, Remanzacco, San Leonardo, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna e Torreano.

Commenti (0)
Comment