Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Intervento di riqualificazione urbana

Attualità
17 aprile 2014

Cividale, così cambierà il volto di Sanguarzo

di Luciano Patat
Nella frazione in arrivo nuovi parcheggi, il campo di calcetto in erba sintetica, giochi per bambini. L'assessore Miani: "Possibile grazie e un finanziamento regionale".
CONDIVIDI
5028
Elia Miani
Attualità
17 aprile 2014 di Luciano Patat

Sanguarzo è pronta a rinfrescarsi il look. La frazione di Cividale del Friuli, infatti, sarà al centro di un intervento di riqualificazione urbana grazie ai 375 mila euro stanziati tramite contributo regionale. Lo ha stabilito l’amministrazione comunale cividalese nel contesto dell’approvazione del bilancio di previsione 2014 e del documento contabile pluriennale 2014-2016.

«Nell’area di Sanguarzo - svela l’assessore ai Lavori pubblici, Elia Miani - sarà realizzata una stradina pedonale, in terra battuta, di collegamento dei due lati estremi del terreno, sulla cui parte inferiore verso la Strada statale 54 verrà ampliato il parcheggio per autovetture in prosecuzione di quello già esistente. Così facendo, riusciremo a ottenere ulteriori 12 nuovi stalli». Ma le novità non si esauriscono qui. «Oltre a ciò, saranno anche inseriti un piccolo parcheggio sul lato nord dell’area verde, con altri cinque posti auto, e una piazzola per la raccolta dei rifiuti - annuncia Miani -. Al centro dell’area verde, inoltre, è prevista la costruzione di un campo di calcetto in erba sintetica, recintato e destinato alle attività ricreativo - ludiche di tipo non agonistico».

Il progetto prevede, inoltre, la predisposizione della rete di illuminazione sia del campo di calcetto, sia dell’intera area verde. Con appalto successivo e fondi diversi, la zona sarà attrezzata con giochi per bambini, panchine, siepi e quant’altro utile per rendere gradevole l’ambiente. Nei tratti in cui la sede stradale esistente non potrà essere ridotta, si costruirà esclusivamente un manufatto denominato “salvaruota” che delimiti la carreggiata e metta in sicurezza le abitazioni affacciate sulla strada. Sul piazzale della chiesa, che di fatto svolge la funzione collettiva di sagrato e quindi ha un connotato di immagine significativo rispetto all'intero centro storico, saranno adottati criteri progettuali e materiali che valorizzino maggiormente questo spazio centrale; per la pavimentazione della piazza, così, sarà utilizzato il manto di asfalto “stampato”, arricchito da inserti che richiamano la pietra piasentina.

Per l'illuminazione pubblica, invece, l’iniziativa prevede la sostituzione dei corpi illuminanti con altri a tecnologia a led, sia per rispondere a un concetto ormai diffuso di risparmio energetico, sia per ottemperare alle norme regionali in materia di inquinamento illuminotecnico. Inoltre, il lavatoio verrà restaurato e valorizzato nei suoi elementi caratterizzanti.

L’assessore Elia Miani non nasconde la sua soddisfazione: «In tempi difficili come questi, gli importanti finanziamenti regionali ci permettono di mettere in opera progetti per il miglioramento della qualità della vita dei nostri cittadini e della fruizione del nostro territorio».

Commenti (0)
Comment