Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Dal 26 al 28 settembre

Attualità
21 marzo 2014

A Trieste il Salone europeo della ricerca scientifica

di Rosanna Ferfoglia
Prima riunione del comitato operativo di Trieste Next 2014. Il presidente Fermeglia: "La nostra può diventare la città della conoscenza".
CONDIVIDI
4717
Da sinistra: Antonella Grim, Roberto Cosolini, Maurizio Fermeglia e Filiberto Zovico
Attualità
21 marzo 2014 di Rosanna Ferfoglia

Nella Sala del Consiglio comunale a Trieste, si è tenuta la riunione del Comitato Scientifico di TRIESTE NEXT, il Salone Europeo della Ricerca Scientifica – promosso da Comune, Università e Venezie Post/Post Editori – in programma nel capoluogo regionale dal 26 al 28 settembre prossimi, dal titolo “EnergETHIC”, a rappresentare l’energia quale tema centrale della terza edizione.

All’incontro, sono intervenuti il sindaco giuliano Roberto Cosolini, il rettore dell’Università di Trieste e presidente del Comitato Scientifico, Maurizio Fermeglia, il direttore di Trieste Next, Filiberto Zovico, l’assessore all’Educazione, Università e Ricerca del Comune, Antonella Grim, nonché numerosi rappresentanti e membri del Comitato e giornalisti specializzati.

A seguito del successo strepitoso riscontrato nelle precedenti edizioni e dell’importanza per Trieste, città universitaria e polo di attrattiva scientifica, il sindaco Cosolini - accompagnato da tre studenti del Consiglio comunale dei Ragazzi - ha dichiarato: “Dopo il cibo e l’acqua tocca al tema dell’energia proseguire l’itinerario che delinea come ricerca scientifica e innovazione siano fondamentali per affrontare temi cruciali del nostro futuro”.

Maurizio Fermeglia ha sottolineato: “L'Università è consapevole del ruolo fondamentale della scienza e della conoscenza nello sviluppo del territorio. Trieste, con la sua alta concentrazione di enti culturali e scientifici, ha sviluppato un sistema di relazioni virtuose che la candidano a diventare la ‘città della conoscenza’. Trieste Next va in questa direzione e pertanto l’appoggio ed il coinvolgimento dell’Università di Trieste è totale”.

“Il successo degli anni scorsi – ha concluso il direttore di Trieste Next, Filiberto Zovico – ci motiva a rafforzare ulteriormente Trieste Next, sia nel rapporto con l'articolata rete di iniziative che con Venezie Post abbiamo messo in moto nel territorio delle Venezie,  sia coinvolgendo ancor di più il tessuto imprenditoriale in questo tentativo di trovare un rapporto proficuo con il mondo della ricerca ed in particolare con i giovani ricercatori”.

Molte le proposte finora pervenute a costituire i programma definitivo di questa edizione – è stato sottolineato – e che evidenziano come attraverso la ricerca si aprono possibili scenari futuri nell’affrontare il tema delle energie, legate necessariamente all’ambiente, ai cambiamenti climatici. Proposte e contributi che saranno in grado far capire a tutti, attraverso la divulgazione, conferenze, dibattiti spettacoli, che esistono possibili soluzioni sulle tematiche energetiche.

Commenti (0)
Comment