Tra Grado e Muggia torna il teatro di figura

imagazine_icona

redazione

11 Agosto 2023
Reading Time: 3 minutes

Marionette, spettacoli sulla bici e la riproduzione della stiva della nave del capitano Achab: una settimana di emozioni per bambini e famiglie

Condividi

GRADO – Partito il conto alla rovescia per la 32ª edizione dell’Alpe Adria Puppet Festival, organizzato dal CTA-Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia, che quest’anno annuncia il suo nuovo motto “Play”.

Play significa rappresentazione teatrale in inglese – spiega il direttore artistico, Roberto Piaggio – ma anche gioco e divertimento; per questo, abbiamo voluto che il termine Play diventasse il filo conduttore del nostro festival. Sempre di più, infatti, gli spettacoli che andiamo a selezionare coinvolgono attivamente gli spettatori, trasformandoli in spettAttori. Inoltre, le tematiche trattate sono estremamente attuali e riguardano la società di oggi: dalla sostenibilità ambientale alla socialità, dai rapporti familiari alle migrazioni e molto altro”.

Novità di quest’anno è la collaborazione con l’APT di Gorizia: un autobus è in circolazione per le città della provincia per promuovere il nuovo motto del Festival, contribuendo a suscitare interesse sul legame fra teatro, gioco e partecipazione.

Come già annunciato nei mesi scorsi, il Festival si sdoppierà: una prima sezione si svolgerà dal 21 al 27 agosto, con eventi a Grado e Muggia, mentre continua la tradizione transfrontaliera, fra Gorizia e Nova Gorica, con una novità nel calendario: questa parte si svolgerà dal 4 al 7 ottobre.

Lunedì 21 agosto l’Alpe Adria Puppet Festival aprirà alle 16.30 negli spazi della Biblioteca Civica Falco Marin con l’inaugurazione della mostra MISMÀS-cherati, realizzata dall’Associazione Maschera Scenica, in collaborazione con il CTA e altre realtà del territorio. L’obiettivo è quello di promuovere e diffondere la tradizione della maschera italiana. Dopo le tappe di Cividale, Tolmezzo e Pordenone, ora tocca all’Isola del Sole ospitare questo progetto che, sempre nella stessa giornata, proporrà in Campo Patriarca Elia alle 18.30, una dimostrazione pratica dell’artista Antonio Trinco, del consorzio Mascherai Alpini, che creerà una maschera da un blocco di legno, illustrando al pubblico le tecniche utilizzate.

Martedì 22 agosto, con partenza alle 17.30, sarà la volta del Kamishi-bike, una festa che porterà teatro e musica nei luoghi più caratteristici di Grado, utilizzando la bicicletta. Tre tappe per tre storie diverse che verranno raccontate con l’ausilio di tavole disegnate. Il pubblico potrà scegliere di seguire l’attrice Serena Di Blasio e il fisarmonicista Giorgio Parisi, con la propria bicicletta, fra le vie più suggestive della cittadina marinara (è necessaria la prenotazione ai numeri 0481 537280 oppure 335 1753049), o semplicemente di aspettarli nel luogo prefissato per il racconto.

Mercoledì 23 agosto alle 18.30 in Calle Tognon, andrà in scena BOLÒM BOLÒM è finita la farina, spettacolo da tavolo di Is Mascareddas.

Giovedì 24 agosto alle 18.30 in Diga Nazario Sauro, andrà in scena la nuova versione dello spettacolo di burattini che nel 2008 fu vincitore del concorso Puppet&Music: Nella Pancia dell’Orso Polare, con testo e regia di Gigio Brunello e gli attori Alberto De Bastiani e Irene Costantini.

Alle 21 in Campo Patriarca Elia, il marionettista ungherese di fama mondiale Bence Sarkadi farà conoscere al pubblico il pluripremiato The Budapest Marionettes.

Venerdì 25 agosto alle 18.30 in Diga Nazario Sauro, sarà la volta di Giovannin senza paura dei Pupi di Stac.

All’Auditorium Biagio Marin, in diverse tornate, dal tardo pomeriggio alla sera (alle ore 17.30 / 18.15 / 19 / 19.45 solo su prenotazione per 20 persone alla volta), si terrà la performance Una tazza di mare in tempesta, dal Moby Dick di Herman Melville, di Roberto Abbiati. All’interno di una piccola installazione, che riproduce la stiva della vecchia nave del capitano Achab, si partirà per un viaggio in mare aperto insieme a un piccolo gruppo di compagni di avventura.

Alle 21 in Campo Patriarca Elia, andrà in scena Eco, della Compagnia Ymedioteatro.

Sabato 26 agosto, l’Alpe Adria Puppet Festival si trasferirà a Muggia e alle 18 in Cul de Nave, proporrà The Budapest Marionettes di Bence Sarkadi. Alle 20 al Teatro Verdi, Ymedioteatro sarà in scena con Eco

Domenica 27 luglio alle 20.30 in Calle PanceraIl Gatto con gli stivali de I Pupi di Stac chiuderà la prima parte del Festival.

 

Visited 16 times, 1 visit(s) today
Condividi