Staranzano plaude Ivan Bidoli

imagazine claudio pizzin

Claudio Pizzin

25 Agosto 2023
Reading Time: 2 minutes

Le opere del pittore fiumicellese esposte nell’ambito della Sagra de le Raze

Condividi

STARANZANO – Inaugurata presso la sala “Delbianco” una mostra retrospettiva dell’artista fiumicellese Ivan Bidoli, intitolata Una vita con tutto l’entusiasmo per l’arte.

La mostra che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Staranzano e della Pro Loco staranzanese questa mostra si colloca come evento all’interno del programma della Sagra de le Raze.

A fare gli onori di casa il sindaco Riccardo Marchesan e la presidente della Pro Loco, Paola Ferfoglia: entrambi hanno espresso la loro soddisfazione per l’evento.

È quindi intervenuta Cristina Feresin che ha tracciato la figura dell’artista ripercorrendo l’attività dagli anni cinquanta della sua formazione al Liceo artistico di Venezia alla conoscenza del maestro Max Fabiani, grande architetto e urbanista di cui divenne suo unico allievo, frequentano lo studio per due anni.

Per dare forma alla sua arte Bidoli crea una galleria di personaggi del suo paese, Fiumicello: persone che pur nelle difficoltà dei tempi e nella miseria hanno sempre avuto una loro dignità e rispettabilità. Anche coloro che avevano atteggiamenti stravaganti erano amati dalla gente del paese.

Feresin ha citato anche l’opera che l’artista ha realizzato e donato al Comune di Fiumicello Villa Vicentina: “Cent’anni di evoluzione” che fa bella mostra di sè nella sala consigliare del Comune della bassa friulana, con la quale racconta uno spaccato della vita della comunità fiumicellese.

Ivan Bidoli è stato tra l’altro l’anima e l’animatore fin dagli inizi dell’Arenella che per molti anni è stato punto di ritrovo e di divertimento per persone provenienti da tutta la regione.

Alcune brevi parole di ringraziamento a tutti i presenti le ha rivolte l’artista, prima di ricevere dal pubblico gli auguri per i suoi novant’anni.

Con l’accompagnamento musicale dell’arpista Anna Pilleroni i convenuti hanno potuto ammirare le opere esposte e scambiare qualche parola con Bidoli. La mostra si potrà visitare fino a  domenica 10 settembre in quell’occasione ci sarà l’esposizione di foto a ricordo del mitico locale l’Arenella.

 

Condividi