Ronchi, aspiranti giornalisti in memoria di Cristina Visintini

imagazine_icona

redazione

13 Gennaio 2023
Reading Time: 4 minutes

Bando aperto anche a pubblicisti e studenti delle scuole di giornalismo: tre le categorie in gara

Condividi

RONCHI DEI LEGIONARI – Presentata questa mattina, nella sala del Consiglio del Palazzo Municipale di Ronchi dei Legionari, la seconda edizione del Premio Leali Young in memoria di Cristina Visintini, il concorso che l’associazione culturale Leali delle Notizie ha istituito per ricordare Cristina Visintini, giornalista e vicepresidente dell’associazione, scomparsa nell’agosto 2021.

«Cristina, oltre ad essere stata un’amica sincera ed il motore trainante dell’associazione, era anche una giornalista con uno sguardo attento sui giovani, una donna impegnata che ha lavorato battendosi contro il precariato dei giornalisti freelance e lottando per la difesa dei diritti dei giovani giornalisti o aspiranti tali», ha affermato il presidente di Leali delle Notizie, Luca Perrino.

«La Regione – ha dichiarato il consigliere regionale e presidente della Commissione Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, Diego Bernardis sarà sempre al fianco dell’associazione Leali delle Notizie, riconoscendone il valore assunto in questi e che si è tradotto anche con la vincita del bando triennale di divulgazione della cultura. Penso di interpretare anche il pensiero del Consigliere Regionale Giuseppe Nicoli, presente oggi qui insieme a me, affermando che l’associazione ha saputo distinguersi de ha saputo rinnovarsi, crescendo e spiccando tra le numerose realtà culturali regionali. Con questo concorso vuole far crescere non solo il settore giornalistico a livello locale e nazionale, ma incentivare la professione coinvolgendo i giovani».

«L’associazione Leali delle Notizie, attraverso il Festival del Giornalismo e le numerose attività messe in cantiere durante l’anno, ha creato sinergie sempre più importanti – ha ricordato il sindaco di Ronchi dei Legionari, Mauro Benvenutoe attraverso il reperimento dei fondi, ha saputo camminare in modo saldo, con la propria tenacia e voglia di vedere sempre al futuro. Questo Premio è molto importante perché innanzitutto è dedicato a Cristina Visintini, che si è sempre spesa per la comunità e per l’associazionismo e ha sempre avuto il coraggio di dire la sua e di battersi sulla precarietà e sulle difficoltà per i giovani nell’iniziare la carriera giornalistica. Questo Premio quindi dà l’opportunità di entrare in un mondo non facile e di grande responsabilità e quindi è molto importante dare il giusto rilievo al ruolo che il giornalista assume, soprattutto in un mondo dove siamo attorniati da fake news. Inoltre, è stato centrato il tema dei diritti umani, un tema sempre molto attuale e su cui c’è ancora molto da lavorare. Ricordo, infine, che l’amministrazione comunale è stata, è e sarà sempre vicino all’associazione Leali delle Notizie perché parla di cultura e perché porta il nome della Città di Ronchi dei Legionari fuori dal territorio locale, attraversando i confini regionali, nazionali ed internazionali e di questo ne siamo molto onorati e orgogliosi di avere una realtà culturale del genere sul nostro territorio».

«Sono grato e onoratoha sottolineato  il giornalista Roberto Covaz, componente del Comitato Scientifico del Premio Leali Young per avermi coinvolto anche quest’anno nel Comitato Scientifico di un Premio importante, perché ci sono davvero molto problemi nel mondo del giornalismo e del precariato non solo per i giovani ma anche per i vecchi giornalisti ed è sempre importante affermare e continuare a promuovere la libertà di stampa e di espressione, come l’Associazione Leali delle Notizie ha sempre fatto e continua a fare con le sue numerose attività».

È toccato poi alla vicepresidente di Leali delle Notizie, Giulia Micheluzzi, il compito di entrare nel dettaglio del Premio Leali Young, spiegando che il premio è riservato ai giovani aspiranti giornalisti fra i 18 e i 30 anni residenti in tutto il territorio nazionale e non iscritti all’albo dei giornalisti professionisti, ed è stato ideato con l’obiettivo di incentivare e promuovere l’inserimento dei giovani nella professione giornalistica.

Il bando di concorso si aprirà il 16 gennaio e tutti i partecipanti potranno inviare un proprio prodotto giornalistico (articolo, reportage, video inchiesta) entro il 10 aprile non più sul tema della legalità, ma sul rispetto dei diritti umani nel mondo prendendo spunto dalla frase di Martin Luther King “Vogliamo tutti i nostri diritti, li vogliamo qui e li vogliamo ora”.

Quest’anno ci saranno alcune novità. Innanzitutto ci saranno tre vincitori e non più uno solo. I partecipanti si suddivideranno infatti in tre categorie, sulla base dei prodotti giornalistici che consegneranno: categoria “articolo su carta stampata”, quella di “reportage (foto o video inchiesta)” e infine ci sarà la categoria “podcast o prodotti web”. I prodotti potranno essere inediti o già pubblicati nel corso dell’anno 2022.

Tutti i lavori pervenuti verranno poi esaminati da un apposito comitato scientifico che quest’anno si allarga con l’aggiunta di due nuove componenti: la giornalista freelance Barbara Schiavulli e la vincitrice della scorsa edizione Agnese Baini. Il presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana Giuseppe Giulietti, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Regione Friuli Venezia Giulia Cristiano Degano e il giornalista Roberto Covaz si occuperanno di esaminare gli articoli su carta stampata. La giornalista Luana de Francisco, la portavoce di Articolo 21 FVG Fabiana Martini e Barbara Schiavulli esamineranno i lavori di reportage. Infine Timothy Dissegna, Silvia De Michielis e Agnese Baini si concentreranno sui podcast e prodotti web.

Quest’anno potranno inoltre partecipare al bando anche i giornalisti pubblicisti e gli studenti delle scuole di giornalismo che sono impegnati in un percorso formativo che li porterà a conseguire dopo due anni l’esame di stato per diventare giornalisti professionisti.

I tre vincitori verranno poi premiati nella giornata di inaugurazione della IX edizione del Festival del Giornalismo, che si terrà a Ronchi dei Legionari dal 13 al 18 giugno e verranno inseriti nell’ufficio stampa e comunicazione dell’Associazione.

Il Premio Leali Young – in memoria di Cristina Visintini è finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia e appoggiato dal Comune di Ronchi dei Legionari.
Il bando e la domanda di partecipazione sono reperibili online

 

Condividi