Percorsi della Grande Guerra, Monfalcone e Fogliano Redipuglia fanno squadra

imagazine_icona

redazione

4 Luglio 2023
Reading Time: 2 minutes

Siglato un accordo tra Comune e Pro Loco per realizzare un’offerta integrata capace di ampliare il richiamo e l’attrattività nei confronti di due luoghi simbolo del conflitto

Condividi

MONFALCONE – Il Carso monfalconese conserva uno dei parchi storici della Grande guerra fra i più importanti d’Europa e ora il Comune Monfalcone si fa promotore della collaborazione con la Pro Loco di Fogliano Redipuglia per realizzare un’offerta integrata capace di ampliare il richiamo e l’attrattività nei confronti di due luoghi simbolo del conflitto.

Un’intesa che poggia le basi su un accordo intercorso con il Comune di Fogliano Redipuglia, e che fa seguito al partenariato siglato ad aprile con il Comune di Caporetto per un programma che intende valorizzare il paesaggio, l’arte e la storia lungo il percorso delle località che sono state la prima linea del fronte.

Il Parco Tematico della Grande Guerra di Monfalcone offre ai visitatori tre diversi itinerari su un territorio di oltre 4 kmq, che consentono di conoscere direttamente la zona trincerata e fortificata, scenario di numerose battaglie tra il 1915 e il 1917. Il Sacrario di Redipuglia, a sua volta, è il più conosciuto complesso monumentale di guerra d’Italia e comprende, assieme alla scalinata e al museo storico, un’ampia area di trincee. Tra di esse anche il Comprensorio difensivo della Dolina dei Bersaglieri, da anni curato proprio dalla Pro Loco foglianina.

Quattro i punti su cui si basa l’intesa. Anzitutto, lo sviluppo di un’offerta integrata capace di ampliare il richiamo e l’attrattività di due luoghi simbolo del conflitto. Si prevede, inoltre, di promuovere, nei confronti dei visitatori dei rispettivi siti, informazioni mirate alla visita e fruizione congiunta con la predisposizione di materiale informativo e illustrativo comune.

Poi c’è il capitolo dedicato alle iniziative congiunte: dall’organizzazione di visite guidate integrate all’accessibilità dei due siti alle persone con disabilità, alla cartellonistica condivisa sui sentieri e in vari luoghi.

Infine, da non tralasciare il ruolo del Consorzio Culturale del Monfalconese e dell’Ecomuseo a cui viene richiesto di attuare una strategia di valorizzazione del percorso dei siti della Grande Guerra, sia con una adeguata azione di promozione e marketing, sia con iniziative concrete per migliorare la fruizione e sostenere i programmi delle istituzioni e associazioni operanti sul territorio, nonché per estendere moderni sistemi innovativi di informazione turistica per stimolare l’attrattività dei luoghi interessati.

 

Visited 23 times, 1 visit(s) today
Condividi