Nuoto, Cinzia Sciocchetti da record a Padova

imagazine_icona

redazione

16 Giugno 2017
Reading Time: 2 minutes

Nei 200 misti Master 25M

Condividi

Amicizia e astinenza da cloro hanno riportato in acqua da un paio di anni Cinzia Sciocchetti, nuotatrice in forza alla Gymnasium Friulovest Banca, e quest’anno che gli impegni lavorativo hanno permesso un allenamento più costante in vasca è arrivato – dopo 6 anni di assenza dal nuoto italiano e dopo aver sfiorato 4 record nello stile libero – il record italiano Master 25M nei 200 misti con 2’28”43 e 960,65 punti, battendo il record italiano detenuto da Pia Longobardi con 2’29″21 dello scorso aprile.

A Padova, dove si è svolto il campionato, Sciocchetti si è distinta anche nei 50 farfalla con 29”73 e 931,72 punti, mentre il compagno di squadra Alessandro Marian, M25, ha primeggiato nei 50 dorso con 27”93 e 945,94 punti e nei 200 dorso 2’17”30 e 930,23 punti.

Tra le gare vinte da Cinzia Sciocchetti in passato ricordiamo i tanti ori nei 200 e 400 misti,100, 200, 400, 800 stile libero ai Campionati italiani di categoria (dal 2003 al 2010); la convocazione in Nazionale alla Coppa Comen (Tirana 2004); 3 bronzi nei 200 stile libero, 400 stile libero, 800 stile libero ai Giochi olimpici della Gioventù europea (con convocazione nazionale) al Lignano 2005; il bronzo agli Europei Juniores (convocazione nazionale) Spagna 2006. Diversi sono stati i ritiri di allenamento effettuati con la Nazionale giovanile e assoluta.

“Quest’anno – afferma la nuotatrice – mi sono concentrata prevalentemente sullo stile libero, andando a sfiorare diverse volte i record italiani di categoria M25 nei 200 e 400 stile libero e nei 100 misti. Non essendomi potuta allenare molto in vasca da 50m ho deciso di iscrivermi in gare differenti a Padova (Trofeo Master snp – Fondazione Salus Pueri) e quale migliore occasione per tentare un 200 misto, specialità che assieme ai 400 misti mi hanno sempre divertita. Ed eccolo, inaspettato, il record italiano M25, proprio in quello stile che ho tanto trascurato negli anni ma che mi ha sempre dato grandi soddisfazioni e sorprese. Ai campionati italiani di categoria estivi di Roma del 2005 (categoria ragazzi) i miei allenatori mi iscrissero infatti nei 400misti con la “wild card”, giusto per avere un approccio iniziale con la vasca prima di gareggiare nelle mie distanze a stile libero. Lì, inaspettatamente, con un tempo di 4’55”44 andai a sfiorare il record italiano di categoria. Dunque… che misti sia!”

Visited 33 times, 1 visit(s) today
Condividi