Ginnastica artistica, l’ASU si affida ai totem rumeni

imagazine_icona

redazione

19 Gennaio 2018
Reading Time: 2 minutes

Presentati i nuovi allenatori

Condividi

Si chiamano Ioana Grava e Matei Stanei. Sono loro i nuovi allenatori della squadra agonistica di ginnastica artistica femminile dell’Associazione Sportiva Udinese – Asu. Entrambi di nazionalità romena, hanno chiuso l’accordo con la società negli scorsi giorni e inizieranno l’attività nella palestra di via Lodi a partire da metà febbraio.

I due tecnici arrivano in sostituzione della precedente allenatrice, ma non si limiteranno a preparare la compagine bianconera: si occuperanno anche dell’organizzazione di stage tecnici, della formazione del personale interno Asu e ovviamente collaboreranno con tutta la sezione di ginnastica artistica femminile.

«Siamo molto contenti dell’accordo appena firmato con Ioana e Matei – ha spiegato il presidente dell’Asu, Alessandro Nutta –. La decisione presa all’unanimità del consiglio direttivo di Asu non ha precedenti. Non si tratta infatti di un semplice ‘cambio di allenatore’, ma di una vera e propria svolta per l’intera sezione della ginnastica artistica. La scelta di collaborare con i due tecnici romeni è stata presa da tutti dopo una riflessione attenta, nella convinzione che questo così importante impegno per la società offra la migliore strada per il futuro della sezione. Con Ioana e Matei potremo elaborare una programmazione a lungo termine che consenta alle nostre ragazze di sfruttare ancora meglio questa bellissima struttura e ai nostri tecnici di intraprendere un importante percorso di formazione».

 

Matei Stanei nel suo palmares ha all’attivo, in qualità di allenatore, 42 medaglie olimpiche, mondiali ed europee. Nel 2017 è stato nominato miglior allenatore della ginnastica romena grazie al titolo europeo vinto dall’atleta Catalina Ponor, da lui cresciuta agonisticamente, sin dai primi passi e dalla prima medaglia mondiale. Allenatore emerito (massimo riconoscimento in Romania) è laureato alla scuola dello sport del suo Paese e decorato personalmente da tre presidenti della Repubblica Romena per i risultati importanti raggiunti nella sua carriera. Il suo obiettivo, come ha spiegato «è di portare all’Asu una nuova strategia di allenamenti e nuove impostazioni tecniche per ottenere risultati importanti in breve tempo».

Non sono da meno la competenza della nuova allenatrice, Ioana Grava, che vanta un’esperienza ventennale nella ginnastica artistica femminile di alto livello. Ha fatto parte dello staff tecnico della squadra nazionale romena. In qualità di allenatrice ha ottenuto numerosi risultati sul piano nazionale e internazionale: le sue ragazze hanno vinto medaglie a livello europeo, mondiale e olimpico (nel 2012 ha preparato Diana Chelaru).

Visited 16 times, 1 visit(s) today
Condividi