Cividale nella rete italiana dei musei di marionette

imagazine_icona

redazione

21 Marzo 2017
Reading Time: 2 minutes
Condividi

Tre giorni di incontri a Perugia

Condividi

Il 21 marzo in tutto il mondo si festeggia la “Giornata della marionetta”. Per quest’occasione, l’Unione Nazionale Marionette UNIMA, cui il Comune di Cividale del Friuli ha aderito, ha organizzato una tre-giorni di incontri, laboratori e spettacoli a Perugia. L’assessore alla cultura del comune cividalese Angela Zappulla ha così partecipato all’Assemblea dei Soci.

“Rappresentare a Perugia il Centro Internazionale Vittorio Podrecca – Teatro delle Meraviglie di Maria Signorelli (CIPS) è stato molto importante – spiega la Zappulla – perché mi ha permesso di conoscere la realtà della famiglia Mirabassi che ha ospitato nel suo teatro l'Assemblea UNIMA e di stringere una proficua conoscenza col professor Alfonso Cipolla, uno dei massimi esperti al mondo di teatro di figura; attraverso l’UNIMA anche il nostro CIPS entrerà a far parte della rete italiana dei musei/teatri di marionette e non è detto che, in futuro, una delle giornate dedicate a questi preziosi beni culturali possa essere organizzata proprio a Cividale del Friuli”.

Il Comune di Cividale sta collaborando, inoltre, con l’Unima Italia a una pubblicazione “su otto dei più importanti musei di marionette italiani, illustrata a cura di ogni associato e coordinata dal prof. Cipolla che racconterà, ai molti che ancora non ne hanno consapevolezza, la preziosità del patrimonio marionettistico italiano, sempre all’interno del grande progetto di candidatura dei musei/teatri di marionette all’Unesco”.

“Abbiamo avuto il piacere, durante l’assemblea dei soci – continua l’assessore Zappulla – di ricevere un video messaggio di Rosa Maria di Giorgi, vicepresidente del Senato, che si è impegnata a chiedere al Ministro Dario Franceschini che nell'attuale rielaborazione della Legge sul Teatro possa aumentare il riconoscimento economico alla Sezione Teatro di Figura ritenuta fondamentale per la funzione che da sempre ha avuto di raccontare la realtà storica”.

È stato questo, infatti, il ruolo di buona parte del Teatro di Figura nel corso dei secoli, quello cioè di fungere da 'cronista' della realtà, assolvendo alla funzione sociale di trasferire e comunicare gli accadimenti storici alle platee.

Visited 15 times, 1 visit(s) today