Aquileia Film Festival, ripartenza dopo la pioggia

imagazine_icona

redazione

2 Agosto 2023
Reading Time: 2 minutes

Entra nel vivo stasera il concorso cinematografico. Attesa per la conversazione con Valentino Nizzo

Condividi

Annullata ieri sera causa pioggia la serata di apertura dell’Aquileia Film festival dedicata ai 25 anni dal conferimento Unesco ad Aquileia, il festival Aquileia Film festival,  prosegue stasera mercoledì 2 agosto alle 21 in piazza Capitolo ad Aquileia ed entra nel vivo del concorso per il film più gradito al pubblico e delle serate dedicate all’archeologia con la proiezione del docu-film L’anello di Grace di Dario Prosperini in cui si ricostruisce la storia del “carro d’oro”, una biga etrusca unica al mondo su cui era raffigurato il ciclo completo della vita dell’eroe omerico Achille. Appena scoperto nel 1902 il reperto sparì misteriosamente nell’oblio. A nulla valsero le indagini di carabinieri, prefetti e alti funzionari del Ministero: la biga riapparve nel 1903 in una teca del Metropolitan Museum di New York.  

A seguire la conversazione con Valentino Nizzo, direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia moderata da Piero Pruneti, direttore di Archeologia Viva.

In chiusura la proiezione di Jurassic Cash, regia di Xavier Lefebvre, produzione Gedeon Programmes, un documentario sul nuovo business dei fossili di dinosauro e sulle aste milionarie frequentate dai collezionisti di tutto il mondo. 

Il pubblico sarà chiamato a votare ogni sera il proprio film preferito e il vincitore riceverà il Premio Aquileia, un mosaico realizzato dalla Scuola Mosaicisti del Friuli che sarà consegnato la sera di venerdì 4 agosto.

La serata si potrà seguire anche in diretta streaming su www.fondazioneaquileia.it

Domani giovedì 3 agosto alle 21 la serata si apre con il documentario francese I fratelli Champollion. Nel segreto dei geroglificiregia di Jacques Plaisant, produzione Tournez s’il vous plait – Agnès & Christie Molia, che narra come duecento anni fa, Jean-François Champollion decifrò per la prima volta i geroglifici egizi, risolvendo così uno dei più grandi enigmi della storia dell’umanità.

A seguire Piero Pruneti e Cristiano Tiussi, direttore della Fondazione Aquileia converseranno con Fatma Naït Yghil, direttrice del Museo Nazionale del Bardo di Tunisi. 

In chiusura la proiezione di Baia, la città sommersa , regia di Marcello Adamo con il racconto del lavoro di un team di restauratori unico al mondo che ha l’arduo compito di restaurare e preservare il più grande sito archeologico sommerso del pianeta a pochi chilometri da Napoli: Baia la città del lusso e del piacere edonistico dei nobili romani.

 

Condividi