Anche l’isontino punta sul baskin

imagazine livio nonis

Livio Nonis

17 Gennaio 2022
Reading Time: 3 minutes

Confermata l’attività a Turriaco

Condividi

Il progetto Carpe Diem Baskin a Turriaco, organizzato da N.B.I. (Nuova Basket Isonzo), dopo l’anno “0”, entra nel vivo con l’iscrizione al campionato regionale che inizierà presumibilmente a metà marzo.

Dopo un anno di preparazione è giunto il momento di mettere in pratica sul campo di gioco quello che si è provato e riprovato negli allenamenti. Il gruppo di atleti si è consolidato: ora sono una ventina i giocatori che si alternano nella preparazione, ma solo 14 potranno scendere in campo, in quanto il regolamento prevede che possono giocare persone che abbiano compiuto i 14 anni.

Paola Grazia Ferfoglia è il presidente del sodalizio mentre Erik Franceschini è il direttore sportivo, il capo allenatore è Fabio Zuppar, Michele Russo e Sara Pesci saranno i suoi aiuti, mentre Sabrina Sandrigo sarà il dirigente accompagnatore. Referenti squadra per ruoli 1-2-3 sono Cecilia Zecchini e Isotta Orlando, altre figure della società saranno punto di riferimento per le famiglie di ragazzi con disabilità.

Ricordiamo che il Baskin deriva da Basket e Inclusione e permette la partecipazione attiva di giocatori con qualsiasi tipo di disabilità (fisica e mentale) che consenta il tiro in un canestro, con diversi ruoli che vanno da “1” a “5”. Nella rosa della squadra il Carpe Diem ha due giocatori nel ruolo di “2”, due nel ruolo di “3”, sette nel ruolo di “4” e 3 nel ruolo di “5”.

Le squadre che parteciperanno al secondo campionato regionale saranno: Zio Pino Udine (con 3 formazioni), Bazinga Trieste, Interclub Muggia, Carpe Diem Baskin, K-Ros Over Pasiano di Pordenone, Baskin Tolmezzo, Energy Baskin Portogruaro. L’impegno per il Carpe Diem Baskin non termina con il campionato regionale: sono previste numerose amichevoli e l'organizzazione di qualche torneo al fine di preparare nel miglior modo possibile i ragazzi per le prossime competizioni.

Il Carpe Diem Baskin si allena nel palaMarson di Turriaco, che sarà il campo ufficiale delle gare di campionato, ogni martedì e venerdì dalle 18.30 alle 20: chi è curioso, chi vuole conoscere questa disciplina sportiva, è invitato agli allenamenti anche solo per provare. Possono allenarsi ragazzini dai 6 anni in su, infatti si stanno organizzano tornei “Junior” bambini dai 6 a 11 anni e “Children” ragazzi dai 11 ai 14 anni.    

 

RUOLO “1” (pivot che non hanno cammino), stazionano nell'area dei canestri laterali, sono rivolti verso il gioco, da quando il compagno entrato in area gli ha consegnato la palla hanno 10 secondi di tempo per tirare.

RUOLO “2” giocatore disabile con l'uso totale o parziale delle mani per il tiro nel canestro laterale alto, il cammino gli consente di spostarsi. Non possiede la corsa o non è in grado di utilizzarla: è un pivot di movimento, quindi si sposta.  

RUOLO “3” possono tirare nei canestri laterali alti da fuori area o nei canestri alti non laterali, effettuando una corsa con almeno qualche palleggio anche se interrotto e non continuato.

RUOLO “4” giocatore normodotato o disabile che possiede le grandi prassie (l'uso totale o parziale delle mani quindi il tiro, il cammino, la corsa fluida con palleggio regolare) può commettere passi di partenza, ma non è in grado di effettuare l'entrata in terzo tempo o giri in palleggio con disinvoltura.

RUOLO “5” giocatore normodotato o disabile che possiede tutti i fondamentali della pallacanestro (può assumere anche il ruolo di tutor).

Condividi