A Trieste un week end tra cultura e spettacolo

imagazine_icona

redazione

23 Maggio 2023
Reading Time: 2 minutes

Dalla musica classica alla letteratura, dalla danza al jazz, fino alle lezioni di architettura e al canto corale: un week end intenso in centro e nelle periferie

Condividi

TRIESTE – Un altro week end nelle Vie dell’Arte, la rassegna di proposte culturali ideata dall’assessore comunale alla cultura, Massimo Tognolli.

Dalla musica classica alla letteratura, dalla danza al jazz, fino alle lezioni di architettura e al canto corale: ogni performance verrà preceduta da una breve presentazione che illustrerà i contenuti dello spettacolo e descriverà il luogo in cui si svolge.

Un progetto che vuole valorizzare Trieste e le sue bellezze artistiche. Un’iniziativa dedicata alla citta, ai giovani e ai “turisti curiosi”. Passeggiando per Trieste per conoscere meglio il porto e i luoghi del centro spingendosi fino alle periferie per capirne l’identità culturale.

Davanti alla Centrale Idrodinamica, alle 18, in Porto Vecchio, è prevista una lezione di architettura In collaborazione con Italia Nostra Onlus Sezione di Trieste. Un viaggio guidato alla scoperta dell’ingegneria di un complesso architettonico-portuale unico al mondo.

In programma una visita alla Sottostazione elettrica di riconversione (Giorgio Zaninovich, 1913) una preziosa testimonianza di archeologia industriale e alla Centrale Idrodinamica (1887/1890) con le sue macchine, le torri dell’acqua e i quadri di comando sono oggi definiti archeologia industriale.

Proseguendo sulle Rive, alle 19 presso la Statua di Ressel, il Teatro Miela presenterà “Cik pausa“, con Laura Bussani e Stefano Bembi alla fisarmonica per raccontare l’amore per il teatro e il cabaret. In Largo Panfili, (18, alle 18.30 e alle 19) la danza, con lo spettacolo della Balkan DANCE projectPlenir. La Cesta“, a cura di Daša Grgič, in collaborazione con Isabella Peghin.

In Piazzetta Cecovini, alle 18.30, alle 19 e alle 19.30, si possono seguire le atmosfere del jazz degli allievi del Conservatorio Tartini, in collaborazione con il Conservatorio cittadino e sempre in collaborazione con il Tartini e con l’Università degli Studi di Trieste, in piazza Hortis, Adriano Giraldi accompagnato da un violino del Tartini con il recital letterario “Il violino di Svevo“. Tre repliche, alle 18, 18.30 e 19.

Spettacoli anche nelle periferie: alle 18 a Borgo San Sergio, presso la Biblioteca comunale Stelio Mattioni, per seguire il concerto di musica classica degli allievi del Conservatorio Tartini.

Sabato 27 alle 19, a chiudere la rassegna per il mese di maggio, a Servola, all’ex cinema all’aperto, Giampaolo Sion dirigerà l’Ensemble vocale femminile “Il Focolare” che eseguirà repertorio popolare della tradizione triestina, regionale e internazionale.

La rassegna “Le vie dell’arte” è organizzata dall’Assessorato alle Politiche della Cultura e del Turismo del Comune di Trieste 

Il calendario è scaricabile su www.triestecultura.it

 

Visited 4 times, 1 visit(s) today
Condividi