Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Fino a marzo non solo sci

Turismo
17 febbraio 2014

Stiria, quando la neve è diversa

di Anna Pugliese
Passeggiate a cavallo in mezzo alla neve e prelibatezze gastronomiche. Da Schladming a Kreischberg un'offerta per tutti i gusti.
CONDIVIDI
4131
Pista di Freestyle a Kreischberg
Turismo
17 febbraio 2014 di Anna Pugliese

Durerà a lungo la neve tra le montagne della Stiria. Montagne importanti come il Dachstein, con l’altipiano di Ramsau la meta più amata in tutta l’Austria da chi pratica  lo sci alpinismo, e località altrettanto importanti come Schladming, sede della Coppa del Mondo di sci e dei mondiali 2013, e poi ancora Kreischberg, che ospiterà i mondiali di snowboard e freestyle il prossimo inverno, e il meraviglioso Parco Naturale del Gesäuse, nell’omonimo massiccio delle Alpi dell’Ennstal.Ci sono ancora occasioni preziose per godersi la neve, lo sci, lo snowboard ma anche le passeggiate con le racchette da neve, la tranquillità e i deliziosi Lebkuchen, dolcetti speziati che in Stiria si possono non solo gustare ma anche imparare a cucinare. Senza mai spendere troppo.  

Iniziamo dal Dachstein, il massiccio che domina Ramsau, il paradiso degli appassionati di equitazione (anche in inverno), già teatro dei mondiali di sci di fondo e meta imperdibile per chi pratica lo sci alpinismo. Solo qui è possibile divertirsi in una gita tra i boschi innevati di 2 ore e mezza su una slitta trainata dai cavalli avelignesi, una lunga discesa notturna in slitta dal Rittsberg e un trekking con le racchette da neve. In più sull’altipiano ci sono 70 chilometri di percorsi pedonali di neve battuta, nella natura, per camminare circondati dal silenzio.

A Schladming si scia invece su 4 montagne, per 132 chilometri di piste tutte collegate e 230 chilometri totali di discese, con impianti super moderni, baite tradizionali dove assaggiare i piatti antichi e tante curiosità. Ci sono la funslope e il superpark, per gli appassionati di salti e snowboard, la pista musicale, la spiaggia sulla neve, il “Settimo cielo”, dove si incontrano, sul serio, Adamo ed Eva, e poi il percorso di gara, con le porte da slalom gigante, per farsi cronometrare, registrando anche un video della propria discesa, spendendo solo un euro, e un percorso da “chilometro lanciato” dove verificare, la propria velocità massima. Inoltre, per chi vuole rimanere sempre connesso, sulle piste di Schladming ci sono ben 60 hot spots. In città, poi, c’è una scelta infinita di après ski, ristoranti, caffè, pasticcerie. E i paesaggi sono strepitosi.

Il Parco Nazionale Gesäuse propone un’offerta completamente diversa, molto più tranquilla e dedicata al relax e al piacere di immergersi in una natura davvero autentica: un mondo di neve, boschi e rocce, il terzo parco per grandezza di tutta l’Austria. Un week end nel parco permette di scoprire camosci, caprioli, cervi e ben 90 specie diverse di uccelli nidificanti. Per tutti i week end, sino alla fine di marzo, il Parco Nazionale Gesäuse offre delle escursioni guidate, con delle guide naturalistiche alla capanna di osservazione, con le racchette da neve ai piedi. Si tratta di un’esperienza molto coinvolgente: si potranno vedere gli animali, ma anche riconoscere le tracce del passaggio di cervi, camosci e caprioli nella neve e sugli alberi, scoprendo anche curiosità geologiche e le tante splendide storie del parco. Vale la pena fermarsi più giorni, anche per conoscere le altre meraviglie della zona: il monastero benedettino di Admont, con la sua famosa biblioteca e i suoi musei di scienze naturali ed arte contemporanea, e i gustosi Lebkuchen di Maria Zell. La pasticceria Pirker (www.lebkuchen-pirker.at) organizza dei tour guidati sulle tracce del miele per scoprire oltre 300 tipi diversi di dolcetti, provando anche a mettere le mani in pasta, e profumatissime candele in cera naturale.

Infine, per chi ama lo snowboard, il freestyle e gli sport della neve adrenalinici c’è Kreischberg (www.kreischberg.at), una località sciistica piccola, magari poco famosa, ma davvero molto curata, tanto da essere premiata con il giudizio “eccellente, top ski” dal più famoso sito tedesco dedicato al mondo della neve, skiresort.  I chilometri per sciare sono 40, gli impianti sono tutti nuovi, alcuni funzionano anche la sera e c’è uno strepitoso Airypark, per divertirsi con lo slopestyle. Kreischberg ha già ospitato i mondiali di snowboard del 2003, quelli dei telemark del 2009 e nel gennaio del 2015 sarà sede, per la prima volta, di un mondiale doppio, dedicato agli atleti del freestyle, quindi dello sci acrobatico, e dello snowboard (www.kreischberg2015.at ). 

Commenti (0)
Comment