Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Progetto "Tutte in campo"

Società
18 novembre 2020

Sagrado continua a coltivare talenti per l'agricoltura

di Livio Nonis
Al via un ciclo di webinar per continuare sostenere le donne del settore primario anche in tempi di lockdown
CONDIVIDI
36992
(ph. pixabay.com)
Società
18 novembre 2020 di Livio Nonis Image

Il Comune di Sagrado prosegue con le azioni del progetto Tutte in campo. Coltiviamo talenti per l’agricoltura di domani” nonostante le limitazioni imposte dall’emergenza Covid con le relative condizioni di distanziamento e isolamento. E lo fa attraverso lo strumento dei webinar.

A partire dal 26 novembre e fino a febbraio prossimo, i giovedì dalle ore 16.30 alle ore 18.30 verranno organizzati una serie di webinar dedicati a diverse tematiche di interesse delle donne che operano nel settore primario: dalla promozione turistica al marketing digitale, dalla sostenibilità ambientale allo smart working.

“Le azioni formative e informative previste dal progetto sono state riconvertite in una serie di webinar – afferma l’assessore Chiara Aglialoro – per poter continuare a supportare le donne del settore primario anche in questo difficile periodo. Per questo, gli appuntamenti sono gratuiti e aperti a tutte le interessate, anche alle donne che magari sognano un futuro nel campo dell’agricoltura ma ora lavorano in settori diversi o non lavorano”.

Partenza quindi il 26 novembre con il webinar dal titolo "Turismo slow e agricoltura: come promuovere l'agriturismo e la fattoria didattica", condotto da Elena Roppa, esperta in turismo enogastronomico e marketing del vino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli altri appuntamenti saranno i seguenti:

03/12/2020: "SOS Smart working 1: come gestire lo spazio quando il lavoro si sposta a casa"

10/12/2020: "SOS Smart working 2: come gestire il tempo quando il lavoro si sposta a casa"

17/12/2020: "Aprire un agriturismo o un bed&breakfast in FVG: quello che c'è da sapere"

07/01/2021: "Promuoversi nel settore primario tramite i social: il caso di Facebook"

14/01/2021: "Fare marketing in agricoltura: le basi del digital storytelling"

21/01/2021: "Promuoversi nel settore primario tramite i social: il caso di Instagram"

28/01/2021: "Il futuro del cibo: cambiamenti climatici agricoltura e sostenibilità ambientale"

04/02/2021: "Curare la terra per coltivare il cibo"

Le partecipanti sono libere di iscriversi a tutti i webinar o solo a quelli di loro interesse, scrivendo all'indirizzo lebobolare@gmail.com (Associazione Fantasticamente). Il link per l'accesso verrà fornito al momento dell'iscrizione.

Il ciclo di 9 webinar va quindi ad aggiungersi agli appuntamenti già organizzati nell’ambito del progetto: un webinar sulle opportunità di finanziamento pubblico per le aziende agricole e tre incontri divulgativi con la Scuola Fioristi FVG.

“Tutte in campo” è un progetto del Comune di Sagrado, in partnership con il Comune di Gradisca d'Isonzo, l'ISIS Agrario Brignoli, Coldiretti Donne Impresa e CIA Donne in Campo e cofinanziato dalla regione FVG nell’ambito delle misure volte a promuovere le pari opportunità di genere, che mira a coltivare i talenti delle donne che lavorano o intendono occuparsi di agricoltura, sostenendole nelle loro sfide quotidiane, attraverso percorsi formativi, occasioni strutturate di confronto intergenerazionale e servizi mirati.

“Voglio sentitamente ringraziare tutti i partner – conclude l’assessore Aglialoro – che nonostante il difficile periodo hanno continuato a credere nel progetto e a sostenere la realizzazione delle diverse azioni, pur con tutte le limitazioni del caso. La presenza, oltre che del Comune di Gradisca d’Isonzo, dell’Istituto Agrario Brignoli, della Coldiretti e della CIA sono fondamentali per portare avanti il progetto in un’ottica di rete e spero vivamente che in primavera potremmo chiudere le azioni con un evento in presenza in cui essere tutte presenti per realizzare anche dal vivo quello scambio di idee e competenze tra studentesse e donne che già operano nel settore primario che è il cuore del progetto”.

Commenti (0)
Comment