Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Esordio sul mercato per "Nebrodok"

Società
30 settembre 2020

Tra FVG e Sicilia nasce una nuova filiera produttiva

a cura della redazione
L'imprenditore Carlo Dall'Ava lancia il prosciutto nato dai suini neri dei Nebrodi. Allevamento nel messinese, stagionatura a San Daniele
CONDIVIDI
36277
Carlo Dall'Ava
Società
30 settembre 2020 della redazione

Dopo numerosi test, durati anni, l’imprenditore friulano Carlo Dall’Ava – produttore di prosciutti – è stato capace di creare una filiera di allevamento dei suini neri dei Nebrodi, proprio in Sicilia. Un risultato che ha consentito di portare poi in Friuli Venezia Giulia 8 mila pezzi, consegnando al mercato un prodotto speciale.  

“È stato molto complicato creare le condizioni di continuità e di standard presso gli allevatori locali – spiega Dall’Ava – poi, la sinergia è divenuta mano a mano vincente. Tanto che oggi, mettiamo a disposizione del consumatore, 8 mila Nebrodok. Un esperimento culturale riuscito, da Nord a Sud della nostra penisola. La materia prima eccellente del profondo Sud, insulare, si unisce alla tipica aria di stagionatura friulana. È servita costanza, impegno, e umana collaborazione con gli allevatori locali che considerano allevare un suino dei Nebrodi come qualcosa che affonda le sue radici nella storia locale. Le tradizioni di due regioni si uniscono: per un consumatore sempre più attento alla qualità di ciò che sceglie’.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un’iniziativa che intende esaltare le prelibatezze italiane, mettendo insieme l’alta qualità dei suini neri dei Nebrodi siciliani e l’aria unica delle colline di San Daniele. Il microclima friulano, ideale per la stagionatura, si allea con l’arte siciliana di allevare maiali, per offrire al consumatore “Nebrodok”: il prosciutto nato dal suino nero dei Nebrodi, i monti tra le province di Messina, Enna e Catania. Qui, sono allevati allo stato semibrado questi suini dal manto scuro, di taglia piccola, caratteristica delle razze suine autoctone italiane.

I suini che si trasformano in Nebrodok, in particolare, sono allevati nella zona di Sant’Agata di Militello, in provincia di Messina, dove la tipicità dell’aria contribuisce a fissare nella carne “il gusto peculiare ispirato dal mare di Sicilia e tipico della terra sicula”, conclude Dall’Ava.

Commenti (0)
Comment