Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nel plesso scolastico di via Rizzolo

Attualità
24 agosto 2020

Carlino, nuovi interventi negli edifici scolastici

a cura della redazione
Nuovo finanziamento regionale di 200 mila euro. Già rimossa la cupola della struttura
CONDIVIDI
35654
L'eliminazione della cupola della scuola
Attualità
24 agosto 2020 della redazione

A Carlino si lavora affinché il nuovo anno scolastico possa cominciare in piena sicurezza. In continuità con quanto realizzato nel 2019, l'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Loris Bazzo, è nuovamente intervenuta sul plesso scolastico di via Rizzolo. Così, da inizio agosto sono svolgimento le opere di aggiornamento e adeguamento alla normativa in vigore delle strutture e degli impianti dell'edificio.

«Già un anno fa – sottolinea il primo cittadino di Carlino – abbiamo puntato la nostra attenzione sulla sede delle scuole primaria e secondaria di primo grado del nostro Comune».

«Nel 2019 – aggiunge l'assessore comunale ai lavori pubblici Renzo Comuzzi – l'intervento principale ha comportato la demolizione di una parte delle vecchie scuole, che erano state chiuse già tempo fa in quanto non erano più agibili, in particolare perché non più in linea con i parametri antisismici». Il nuovo intervento, invece, come spiega l'assessore, «riguarda in primo luogo l'adeguamento alla normativa antincendio».

La ditta Boldarino, che si è aggiudicata l'appalto, ha già provveduto alla rimozione della cupola e alla demolizione di una scala a chiocciola interna, che aveva perso ogni ragion d'essere, poiché era stata concepita per mettere in collegamento il corpo principale dello stabile con l'ala delle scuole più vecchia, già demolita l'anno scorso. Le opere di adeguamento alla normativa antincendio si concluderanno a fine mese.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

«L'intervento in corso di realizzazione – ricorda il sindaco Bazzo – costituisce la seconda fase di un progetto articolato che riguarda l'edilizia scolastica. Abbiamo cominciato l'anno scorso per gli adeguamenti alla normativa antisismica, ottenendo un contributo regionale di 200 mila euro, e continuiamo ora, con un nuovo sostegno di pari entità, che è stato nuovamente concesso al Comune da parte della Direzione centrale Infrastrutture e territorio della Regione. In futuro dovremo completare l'opera, intervenendo ancora per riqualificare le strutture del complesso scolastico e per ottimizzarne l'efficienza energetica e a tal fine abbiamo già presentato una nuova domanda di contributi agli uffici regionali competenti».

Mancano poche settimane all'inizio del nuovo anno scolastico e cresce la preoccupazione circa la possibilità di riprendere effettivamente le attività didattiche “in presenza” dopo i tanti mesi di confinamento e di didattica a distanza. «Ovviamente si tratta di valutazioni e decisioni che non sono di competenza del Comune – osserva a tal proposito Bazzo – tuttavia credo di poter dire che le scuole di Carlino, anche per effetto dei lavori progettati e realizzati in questi anni, garantiscono un adeguato distanziamento tra gli alunni in tutte le classi». 

Commenti (0)
Comment