Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nuovo rapporto di consulenza

Società
21 luglio 2020

Esperti friulani per il meglio del cognac mondiale

a cura della redazione
Hennessy sceglie Simonit&Sirch per combattere le malattie del legno delle viti
CONDIVIDI
35088
Vigneti Hennessy
Società
21 luglio 2020 della redazione

Dalle grandi Maison del vino al cognac. Il gruppo SIMONIT&SIRCH, con sede a Corno di Rosazzo, è stato chiamato come consulente da Hennessy, leader mondiale del mercato del cognac. Sede a Cognac, nell’Ovest della Francia, Hennessy fu fondata nel 1765. Oggi la Maison, che appartiene al gruppo del lusso LVMH, è la prima produttrice al mondo di cognac.

La Maison Hennessy è impegnata da molti anni nella ricerca per combattere le malattie del legno. Questo impegno si sviluppa su due orizzonti. A lungo termine: la Maison è associata all'INRA-Bordeaux Sciences Agro e all'Agence Nationale de la Recherche tramite l’Unité Mixte de Recherche SAVE Santé & Agréologie du Vignoble.

Questo progetto, avviato nel 2015, è stato ampliato e consolidato nel 2016 con la creazione di una task force GTDfree per trovare le migliori pratiche colturali (tra cui anche la migliore potatura) per ridurre le malattie del legno. A breve e medio termine: Hennessy sta sperimentando sui suoi 180 ettari di vigneto nuove pratiche di potatura che limitino l'insorgenza delle malattie del legno.

Duplice lo scopo: testarle e validarle e, contemporaneamente, trasmetterle sul campo agli addetti a tale operazione. L’obiettivo, nel tempo,  è quello di rendere disponibili le tecniche qui collaudate anche ai 1.600 viticoltori partner della Maison.

SIMONIT&SIRCH da tre anni supporta Maison Hennessy nella potatura delle viti di Ugni Blanc, dalla distillazione delle cui uve  proviene appunto il cognac. Questo vitigno, equivalente all'italiano Trebbiano Toscano e coltivato nello Charente, è particolarmente sensibile alle malattie del legno e in particolare all'esca. Il gruppo opera su due livelli.

Sviluppo e ricerca di un metodo di potatura che consenta di rafforzare le viti per ridurre l’insorgere delle malattie del legno: il team interviene, principalmente da dicembre a febbraio, sia per definire il metodo di potatura da attuare che per formare i potatori.  

Partecipazione a progetti volti a ideare la gestione di nuovi impianti viticoli nel contesto del cambiamento climatico attuale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Sono molto onorato che la Maison Hennessy si sia rivolta a noi – afferma Marco Simonit, CEO SIMONIT&SIRCH – e ringrazio il gruppo LVMH, che investe sempre di più nella salvaguardia del suo straordinario patrimonio viticolo. Dopo Château d’Yquem, Moët & Chandon e Terrazas de los Andes, abbiamo la fortuna di collaborare da tre anni con la Maison Hennessy.”

Commenti (0)
Comment