Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nuovo progetto del gruppo "Cosplay senza età"

Cultura e Spettacolo
25 giugno 2020

Il mondo cosplay si svela online

di Livio Nonis
Dai travestimenti alla musica, dalla fotografia al cinema: i protagonisti si raccontano in interviste inedite
CONDIVIDI
34644
Cultura e Spettacolo
25 giugno 2020 di Livio Nonis Image

Il gruppo Facebook Cosplay senza età, dopo aver concluso con successo il concorso di disegno on line, ha deciso di proporre al suo pubblico delle interviste spiritose in diretta FB che parlano del mondo del cosplay.

Conduttore Louis Guglielmero, la prima puntata ha ospitato Roby della Ricca Diego Imakarum Caponetto per parlare del cinema. Diego, appassionato di videogiochi e animazione giapponese, approccia nel mondo del videomaking nel 2003 realizzando alcuni Anime Music Video, viene conosciuto maggiormente quando realizza un cortometraggio che viene presentato al Visionario di Udine ed emittenti private, prosegue poi con altre produzioni e nel 2019 fonda assieme ai suoi soci una nuova associazione ludico culturale chiamata ESP. Roby è un Cosmaker, character designer, propmaker, attore, scrittore e artista. Assieme hanno dato una visione di come il cinema sia sempre presente e importante per il cosplay.

La seconda puntata ha avuto ospiti Roberto Lionetti e Max Moonchild Sirio: con loro si è parlato di fotografia. Roberto Lionetti è un antropologo e formatore, è nel campo della fotografia dal 1990 ha avuto una lunga permanenza in Africa dove ha iniziato a realizzare servizi di moda. Conduttore di programmi su Radio 1 FVG ne ha ideati alcuni proprio sul mondo del cosplay. Max Sirio da sempre appassionate di fotografia l'ha trasformata in un vero e proprio lavoro, il suo stile unisce l'amore per il fantasy fondando la “DreamSoul Art”, una squadra lavorativa che sviluppa le sue idee visionarie, con una formazione complementare di sartoria e Make up Artist. La fotografia per un cosplayer è un lato fondamentale per poter valorizzare al meglio il loro lavoro e portarlo sui social.

Nel terzo appuntamento Louis Guglielmero ha intervistato diversi cosplayer: si sono collegati Lorenzo CaterinaStefano Prates e Alessia Zilli. Lorenzo cosplayer dal 2012 fondando con un gruppo di amici il gruppo cosplay “tributo agli LMFAO” un inizio spumeggiante in questo mondo cosplay, da quel momento si mette all'opera creando personaggi prevalentemente ispirati al mondo del cinema tra i quali da ricordare assolutamente ALAN da “Una notte da leoni”. Stefano Prates conosciuto come Praits Cosplay inizia la sua avventura nel 2009 con una predilezione per i “Villain” non a caso tra i suoi cosplay realizzati troviamo Teschio rosso e l'Enigmista di Batman, vincendo numerosi contest. Alessia, cosplayer dal 2015, vincitrice di molti contest, ha avuto un momento di pausa per dare spazio agli studi, ha raccontato che sta per realizzare un nuovo progetto.

Il quarto appuntamento si è focalizzato sulla musica, molto importante negli eventi cosplay e per le esibizioni: protagonisti Marco SimoneligErika Frandolic e in collegamento dalla Sardegna Michela Rinoa Pani ed Enrico che sono una coppia di cosplayer sognatori che dal 2009 sono diventati il duo Posi e Nega, cantando le sigle dei cartoni animati. Marco Simonelig appassionato di musica e ballo si avvicina al mondo del cosplay nel 2014 lo possiamo definire un performer. Erika appassionata di musica anni ’80 ha unito la sua passione al cosplay, portando a tutte le sue esibizioni personaggi della musica e cantando dal vivo.

Nella prossima puntata, in programma martedì 30 giugno, si parlerà di organizzazione di eventi; inoltre venerdì 26 giugno parte la nuova diretta, “Cosplay senza età crafting” che vedrà Elisabetta Adige costruire in diretta una parte di armatura in Foam.

Il gruppo Cosplay senza età non si ferma e vuole far conoscere questo mondo a tutti, le dirette già trasmesse si possono vedere, per chi le avesse perse, sulla loro pagina Facebook.

Commenti (0)
Comment