Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Siglato stamani l'accordo

Attualità
24 giugno 2020

Udine, Ateneo e Fondazione Pittini insieme per gli studenti

a cura della redazione
Fra le prime operazioni, il sostegno per il pagamento delle tasse per gli universitari in condizioni di difficoltà economica dovuta alla pandemia
CONDIVIDI
34615
Da sinistra: Nicola Melli, Lisa Guzzi, Manuela Croatto, Massimo Di Silverio, Marina Pittini e Roberto Pinton
Attualità
24 giugno 2020 della redazione

Università di Udine e Fondazione Pietro Pittini scendono in campo a sostegno degli studenti dell’Ateneo friulano che, per situazioni di disagio economico causato dalla pandemia di Covid-19, si dovessero trovare in difficoltà nel pagamento della seconda e/o della terza rata delle tasse universitarie. Ma non solo.

A partire da questa prima idea e azione di collaborazione, infatti, i due enti hanno elaborato un accordo quadro – sottoscritto stamani a palazzo Antonini-Maseri dal rettore, Roberto Pinton, e dalla presidente della Fondazione Pietro Pittini, Marina Pittini – con l’obiettivo di realizzare una serie di attività dedicate agli universitari: dal tutorato rivolto agli istituti secondari di secondo grado al sostegno di giovani capaci e meritevoli, fino al finanziamento di premi di laurea e alla realizzazione di progetti di divulgazione scientifica e di tirocinio.

L’accordo, di durata quinquennale e rinnovabile, «sposa appieno – ha sottolineato il rettore Pinton – uno degli obiettivi primari del nostro Ateneo: quello di promuovere servizi per gli studenti che possano favorire il successo formativo e sostenere il diritto allo studio, collaborando in tal senso anche con soggetti pubblici o privati».

«Siamo in un Paese – ha ricordato la presidente della Fondazione, Marina Pittini – che è agli ultimi posti in Europa per numero di laureati tra i giovani di 30-34 anni (fonte Eurostat): 27,6% contro la media UE del 40,3%. Peraltro l’emergenza Covid sta portando a repentini peggioramenti nella capacità di spesa di molte famiglie, elevando ancora di più il rischio di disagio sociale e l’allargarsi delle disuguaglianze. È sulla base di queste semplici considerazioni che sono lieta di collaborare con l’Università di Udine, iniziando nell’immediato con questo supporto economico per il sostegno allo studio oltre che con altre progettualità».

Per l’Ateneo, referente per la realizzazione dell’accordo è l’Area servizi agli studenti. L’accordo quadro prevede, in particolare, il sostegno e lo sviluppo del sapere e la sua diffusione attraverso iniziative capaci di rendere effettivo il diritto allo studio degli studenti universitari. Grazie a questa collaborazione ci sarà spazio per la creazione di contaminazione interdisciplinare e intersettoriale, non soltanto all’interno dell’università, ma anche con il coinvolgimento di istituti scolatici secondari, al fine di rafforzare le conoscenze curriculari, combattere la dispersione scolastica e agevolare l’orientamento verso il mondo universitario.

Un ulteriore obiettivo previsto dall’accordo è la diffusione e il rafforzamento del tema dell’innovazione sociale come nuovo paradigma di crescita inclusiva e sostenibile per i territori.  In questo senso la Fondazione, con l’obiettivo di contribuire alla creazione di una più forte sensibilità anche nella nostra Regione, ha istituito una serie di premi di laurea rivolti agli studenti magistrali del Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università degli Studi di Udine che decideranno di approfondire questi argomenti all’interno dei propri elaborati finali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla firma dell’accordo sono intervenuti anche il direttore generale dell’Ateneo friulano, Massimo Di Silverio, la responsabile dell’Area servizi agli studenti, Manuela Croatto, e, per la Fondazione Pittini, Lisa Guzzi e Nicolò Melli.

Commenti (0)
Comment