Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Annunciati dall'assessore Del Sordi

Attualità
24 giugno 2020

Gorizia, nuovi interventi per contrastare le zanzare

a cura della redazione
Trattamenti con pastiglie larvicide ogni quindici giorni. In distribuzione kit per le famiglie
CONDIVIDI
34612
(ph. pixabay.com)
Attualità
24 giugno 2020 della redazione

Il Comune di Gorizia, come ogni anno, ha avviato la “guerra” contro l’invasione estiva delle zanzare cercando di intervenire già sulle larve.

“Già dal mese di aprile – spiega l’assessore all’ambiente, Francesco Del Sordi – stiamo mettendo nei tombini specifiche pastiglie con effetto larvicida che dovrebbero essere ancora più efficaci del liquido che veniva utilizzato in precedenza; il trattamento viene effettuato ogni 15 giorni e non più ogni mese. Inoltre, quest’anno, implementeremo ulteriormente la disinfestazione nelle aree verdi comunali, a partire dai parchi e giardini cittadini”.

Previsti anche interventi mirati nel caso di segnalazioni multiple che dovessero indicare la presenza di un focolaio. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Stiamo cercando di fare il possibile – sottolinea l’assessore – per contrastare quella che ormai è diventata, anno dopo anno, una vera invasione. Ricordo, peraltro, che sono in distribuzione un kit larvicida e una confezione di adulticida, non più presso l’ufficio ambiente ma nelle ex scuderie del Comune, entrando da via Barzellini”.

Del Sordi, infine, fa un appello ai cittadini chiedendo la loro collaborazione: “È molto importante – conclude – che si cerchi di evitare ogni tipo di ristagno d’acqua, a partire dai sottovasi delle piante che vanno svuotati costantemente. Periodicamente vanno poi effettuati i trattamenti nei tombini privati che sono un ricettacolo importante. In sostanza la guerra alle zanzare si vince solo attraverso una forte alleanza fra pubblico e privato”.

Commenti (0)
Comment