Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Attività non solo in FVG

Cultura e Spettacolo
23 maggio 2020

Cosplay Star Wars, una passione senza confini

di Livio Nonis
A Treviso è operativo uno dei gruppi più importanti del Triveneto. Ecco com'è nata la loro attività
CONDIVIDI
34219
Gli Star Wars Cosplay Treviso
Cultura e Spettacolo
23 maggio 2020 di Livio Nonis Image

Tra i gruppi cosplay dedicati a Star Wars più famosi del triveneto, spiccano gli Star Wars Cosplay Treviso, gruppo nato ufficialmente nel novembre 2013 quando i suoi componenti, ossia la famiglia Busato (composta da papà Stefano, mamma Patrizia, i figli Angelica, Leonardo e la fidanzata Giorgia), approdano alla prima fiera Cosplay a Villafranca di Verona.

Ma per sapere realmente come nasce il gruppo, è necessario fare un ulteriore passo indietro, di circa un anno. Da sempre super appassionata della saga di George Lucas, la famiglia Busato non si era mai spinta oltre la maratona cinematografica fino a quando, un giorno, Leonardo, il più grande dei due figli, decise che era arrivato il momento di portare un po' di Star Wars anche in casa. Così, senza avvisare nessuno, acquistò un'armatura da Stormtrooper, con l'intento, una volta montata (si trattava infatti del kit armour da montare), di farla indossare a un manichino e tenerla in bella vista in salotto o, al più, usarla come semplice costume per Halloween o Carnevale. Nessuno avrebbe mai pensato che da quel semplice acquisto online potesse iniziare una vera e propria passione per il mondo cosplay. Da quel momento, grazie soprattutto alla spinta data dalle foto del Lucca Comics che fece conoscere al gruppo il mondo cosplay, cominciò l'operazione di reperimento dei costumi: dall'Imperatore a Darth Vader, passando per Darth Maul, Amidala e il Generale Grievous.

Per la maggior parte i loro costumi sono tutti acquistati: molti sono armature e risulta difficile riprodurle in casa. Tuttavia hanno un reparto costumisti che si occupa di apportare migliorie ai costumi per adattarli alla forma del corpo del cosplayer, creare accessori (anche da zero con materiali di recupero) e, in alcuni casi specifici, anche creare costumi con tessuti acquistati (caso più famoso il mantello dell’Imperatore che è stato totalmente creato dal presidente/sarto Stefano).

Un po’ come tutti, in questo periodo sono sconfortati dal fatto di aver perso molte fiere e manifestazioni. Il loro settore è quello degli eventi, il più colpito dalla pandemia, e il loro timore più grande è quella che la quarantena o comunque le misure di precauzione possano durare ancora per molto, mettendo a rischio anche tutta la stagione primaverile ed estiva. Non possono fare granché, solo aspettare e nel frattempo tenere viva la comunità online.

Sono però sicuri che ritorneranno più forti di prima.

Commenti (0)
Comment