Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Grazie alla generosità di Solidea Onlus

Attualità
04 maggio 2020

Nuovo videogastroscopio portatile per Gorizia e Monfalcone

di redazione (fonte ASUGI)
Strumento innovativo utilizzabile su pazienti Covid senza necessità di spostamenti
CONDIVIDI
33909
La nuova strumentazione
Attualità
04 maggio 2020 di redazione (fonte ASUGI)

L’associazione Solidea Onlus, nella persona di Edo Calligaris, ha donato un videogastroscopio portatile, del valore di 48.926 euro, che sarà destinato alla Gastroenterologia di Gorizia e Monfalcone.

Il Servizio di Endoscopia di Gorizia e Monfalcone esegue oltre 5.500 esami endoscopici all'anno nei due nosocomi, con circa 500 endoscopie in urgenza sia per le alte che per le basse vie digestive.

L'acquisizione di questa nuova colonna endoscopica, facilmente trasportabile, consente l'esecuzione della procedura endoscopica su pazienti Covid o sospetto Covid senza che questi debbano essere trasportati in altri ambienti, riducendo notevolmente il rischio di contaminazione. Le sue dimensioni ridotte e compatte si adattano perfettamente a queste nuove esigenze e ne favoriscono la sanificazione in tempi rapidi.

Questa apparecchiatura riunisce le funzioni di illuminazione, insufflazione, visualizzazione ed elaborazione delle immagini in un sistema estremamente compatto e facilmente trasportabile. È possibile eseguire colonscopie e gastroscopie anche operative in urgenza. Il sistema è facilmente trasportabile e quindi disponibile all'occorrenza nei due nosocomi e può essere utilizzato anche per gli esami in rianimazione o sala operatoria per pazienti non Covid.

“Ringrazio l'associazione "Solidea Onlus" per la donazione dell'apparecchiatura videogastroscopio   destinata alla gastroenerologia di Gorizia e Monfalcone, che come suggerito dalle linee guida nazionali gli esami endoscopici richiesti in urgenza in pazienti sospetti Covid devono essere eseguiti al letto del malato sia che questi sia ricoverato in Unità intensiva, in reparto o al Pronto Soccorso", dichiara il vicepresidente della Regione FVG, Riccardo Riccardi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’apparecchiatura sarà consegnata martedì 5 maggio.

Commenti (0)
Comment