Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Idea del birrificio Forum Iulii

Attualità
23 marzo 2020

Cividale, birra artigianale per sostenere Protezione Civile e ospedale

di redazione (fonte Forum Iulii)
Per ogni acquisto parte dei ricavi saranno donati in beneficenza per sostenere chi fronteggia in prima linea l'emergenza Coronavirus
CONDIVIDI
33337
Le birre #AndràTuttoBene
Attualità
23 marzo 2020 di redazione (fonte Forum Iulii)

Il nome sull’etichetta è #AndràTuttoBene ed è la “birra artigianale ad alto contenuto di fiducia”: l’idea è del birrificio artigianale Forum Iulii di Cividale del Friuli che ha deciso di

sostenere la Protezione Civile e l’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine per l’emergenza da Coronavirus.

Per ogni acquisto di una confezione da 12 birre da 33 cl (al costo di 30 euro), l’azienda donerà 5 euro per l’emergenza. Tre referenze per la birra #AndràTuttoBene: chiara, ambrata e scura. Le casse sono acquistabili online sul sito www.andratuttobenebirra.it, spedite a casa nel massimo rispetto delle condizioni igienico sanitarie e potranno essere composte con 4 bottiglie per ciascuna referenza.

“Questo progetto ha una duplice valenza per noi – commenta Samira Dorbolò, titolare del birrificio – da un lato aiutare chi sta lavorando e si sta sacrificando in prima linea per la salute di tutti noi, dall’altro sostenere la nostra produzione, il lavoro dei nostri dipendenti e la filiera agricola del territorio che ci permette di produrre una birra artigianale con ingredienti di prima qualità, provenienti in gran parte dalla nostra attività agricola e che già inizia a sentire il contraccolpo economico dell’emergenza”.

Sull’etichetta creata ad hoc c’è il disegno dell’arcobaleno, simbolo di queste settimane e dell’impegno di ogni italiano a rispettare le nuove regole e le limitazioni per ridurre il contagio sentendosi però vicini e solidali. “È un messaggio di speranza che vogliamo contribuire a veicolare attraverso il nostro prodotto”.

Commenti (0)
Comment