Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nel libro di Giorgio Milocco

Cultura e Spettacolo
28 gennaio 2020

Cervignano rivive il suo primo dopoguerra

di Claudio Pizzin
Presentato il nuovo volume dello storico e ricercatore. Con un ricordo speciale dei cervignanesi caduti in quel conflitto
CONDIVIDI
32568
(ph. Claudio Pizzin)
Cultura e Spettacolo
28 gennaio 2020 di Claudio Pizzin Image

Presentata a Cervignano la nuova fatica libraria dello storico-ricercatore Giorgio Milocco, "Cervignano 1914 - 1918 e il dopoguerra", edito da Credifriuli, finanziatrice dell'opera. Durante la serata, svoltasi presso la Sala Incontri della banca, si sono alternati diverse persone e autorità locali. Tullio Svettini di "Grado Teatro" ha letto alcuni brani presenti sul libro, mentre il professor Ferruccio Tassin (Società Filologica Friulana) ha curato la presentazione vera e propria. Per ultimo ne ha parlato l'autore, sottolineando a suo dire, i passaggi più importanti e inediti.

Le vicende accadute a Cervignano "paese di retrovia" e importante sede logistica militare italiana dove aveva sede il Comando della Terza Armata con il Duca d'Aosta sono completate da quelle dei civili cervignanesi e dalla partecipazione con l'esercito austroungarico di tutte quelle persone dichiarate abili e impiegate sui fronti della Serbia e della Galizia. Particolare attenzione è stata rivolta quindi alla prigionia in Russia e ai rientri via Vladivostok e dal porto di Arcangelo (Russia). Il dopoguerra che ne è seguito registrò inoltre tutta una serie di avvenimenti nefasti e degni di essere raccontati.

Il fiore all'occhiello però è l'ultimo capitolo che racchiude la "Residua Memoria" comprendente memoriali, interviste e stralci di diari inediti. Cervignano, con i Comuni di Scodovacca e Muscoli-Strassoldo (inglobati nel dopoguerra), ha avuto oltre centocinquanta caduti. 

Commenti (0)
Comment