Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Entro l'anno il progetto preliminare

Attualità
05 agosto 2019

Gorizia, nuova tappa verso il rinnovamento di Borgo Castello

di redazione (fonte Comune di Gorizia)
Sopralluogo in città della Soprintendente Simonetta Bonomi. Ecco come cambieranno Bastione Fiorito ed ex Teatro Tenda
CONDIVIDI
30603
Attualità
05 agosto 2019 di redazione (fonte Comune di Gorizia)

Sopralluogo questa mattina a Gorizia del sindaco Rodolfo Ziberna con la Soprintendente per l’Archeologia, le Belle Arti e il Paesaggio del Friuli Venezia Giulia, Simonetta Bonomi, in borgo Castello.

“Risalita meccanica, Bastione Fiorito e Teatro Tenda. Così trasformeremo uno dei borghi più belli della nostra città e dell’intera regione. Rappresenterà un elemento straordinario di appeal collegandosi anche alle altre grandi ricchezze del nostro territorio come la cultura e l’arte”, ha dichiarato il primo cittadino.

Presenti al sopralluogo anche il dirigente del settore Alessandro De Luisa, accompagnato dall’architetto Laura Puntin, il funzionario della Soprintendenza, Gabriele Botti, e gli architetti Luigi Di Dato e Claudio Menino, incaricati del progetto, i quali hanno presentato le linee guida del lavoro. Una riqualificazione che consentirà la realizzazione di un percorso circolare all’interno degli spazi del Bastione Fiorito e del teatro Tenda. Percorso al momento non praticabile ma che riporterà alle origini quando il cortile delle Milizie era collegato alla zona del Bastione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si tratterà di una struttura coperta in acciaio corten e vetro, in equilibrio con i colori delle pietre del Castello e delle cortecce degli alberi. L’intervento prevede un impianto fisso nella parte del Bastione Fiorito per consentire di posizionare un bancone bar e dei tavolini al riparo da eventuali intemperie e una parte apribile sul lato del teatro Tenda che ne permetterà l’utilizzo per l’intero anno per convegni, conferenze, rinfreschi ed eventi per circa 200 persone.  Inoltre, l’area ora occupata dalla tensostruttura sarà a disposizione per l’installazione di strutture a tempo per manifestazioni pubbliche e private.

“Una riqualificazione – sottolinea Ziberna – che verrà condivisa, fase per fase, con la Soprintendenza. Il prossimo step, infatti, sarà il progetto preliminare che, entro l’anno, sarà inviato agli uffici competenti della Soprintendenza”.

Commenti (0)
Comment