Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Grazie al Laboratorio Diust

Società
28 febbraio 2019

Sui Colli Orientali arriva l'analisi della birra

di redazione (fonte Laboratorio Diust)
Non solo vino: l'azienda con sede a San Giovanni al Natisone anticipa la domanda dei numerosi birrifici artigianali nati in FVG
CONDIVIDI
28508
Lo staff
Società
28 febbraio 2019 di redazione (fonte Laboratorio Diust)

In un territorio rinomato per il vino, ma che negli ultimi anni ha conosciuto uno sviluppo importante dei birrifici artigianali, uno storico laboratorio di analisi chimico-enologiche amplia la sua attività all’ambito brassicolo: è il caso del Laboratorio Analisi Diust di San Giovanni al Natisone. Fondato nel 1978 dal dottor Valdino Diust – che nel 2013 ha ricevuto il titolo di “Pioniere dell’enologia friulana” dai viticoltori di Corno di Rosazzo –, di cui ha oggi preso il testimone il figlio Lamberto, il Laboratorio negli anni ha ampliato la propria attività, conseguendo risultati significativi in termini di ricerca e sviluppo – tra cui alcuni brevetti in collaborazione con docenti dell’Università di Udine.

Dopo l’espansione nella nuova sede nel 2017, ha avviato un percorso che l’ha portato – con modalità inedite in Friuli Venezia Giulia – ad allargare il campo all’analisi e controllo qualità della birra. «Se pensiamo agli anni in cui mio padre ha iniziato – ricorda Lamberto Diust –, non erano ancora molte le cantine che chiedevano questo tipo di servizio: oggi, invece, difficilmente ne fanno a meno. Allo stesso modo, vista la crescita dei birrifici artigianali, siamo convinti non solo di incontrare una domanda concreta dei mastri birrai, ma anche di fare “formazione del produttore”, facendo loro comprendere l’importanza di queste analisi per la competitività dell’azienda». Il laboratorio intende quindi essere pioniere anche nell’ambito birrario.

Il Laboratorio Diust ha nello staff sia persone presenti da decenni – come la responsabile tecnica Emanuela Zupello – sia una nuova figura professionale con esperienza specifica nell’analisi delle birre – il microbiologo Andrea Corvaglia; nonché una figura di competenza riconosciuta, come il professor Stefano Buiatti dell’Università di Udine. «Ma soprattutto – spiega Diust – siamo in grado di fornire un servizio di consulenza e monitoraggio nel tempo, indicando le azioni correttive e soprattutto preventive da apportare al prodotto o al processo; e proponendo in parallelo i prodotti eventualmente necessari. Questo servizio, analogo a quello che da tanti anni offriamo alle cantine, è direi un unicum nel mondo della birra».

Il laboratorio dispone di un’area vendita per il settore enologico, allargata a quello birrario; rivolgendosi anche ai birrai casalinghi e amatoriali, con kit completi per fare la birra in casa. «Appoggiandoci a fornitori esteri che già abbiamo per il settore enologico e che operano anche in ambito brassicolo – conclude Diust – ci stiamo attivando per portare agli homebrewers marchi attualmente non presenti sul mercato italiano; oltre ad avere già disponibili nomi di assoluto spessore, come Mr. Malt».

Info: www.laboratoriodiust.it

Commenti (0)
Comment