Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Passon presidente e Correzzola vice vicario

Attualità
28 gennaio 2019

Nasce il nuovo Comitato imprenditoria giovanile unico tra Udine e Pordenone

di redazione (fonte CCIAA PN-UD)
Prima riunione della nuova realtà interna alla Camera di Commercio che si amplia ai giovani delle categorie di entrambe le province. A breve un meeting internazionale
CONDIVIDI
28171
Attualità
28 gennaio 2019 di redazione (fonte CCIAA PN-UD)

Si rinnova e si amplia all’intero territorio di Udine e Pordenone il Comitato imprenditoria giovanile della Camera di Commercio, che oggi ha riunito, per la prima volta dall’aggregazione dei due enti camerali, la nuova formazione, sintesi delle quasi 5 mila imprese attive guidate da under 35 presenti nelle due province. Una novità nella continuità, perché vedrà lavorare insieme un gruppo unitario in cui in pratica si fondono il Comitato udinese, interno alla Cciaa, e quello pordenonese, invece struttura esterna facente capo alle associazioni di categoria. Sempre all’insegna della continuità, peraltro, e per meglio traghettare il gruppo in questo momento di passaggio, i componenti del Comitato – tutti rappresentanti dei Gruppi giovani delle categorie datoriali – hanno concordato sul confermare la presidenza in capo a Fabio Passon, già presidente del Comitato udinese ed espressione dei giovani di Confcommercio Udine, conferendo contestualmente l’incarico di vicepresidente vicario alla pordenonese Lia Correzzola, in rappresentanza di Unindustria Pordenone. Assieme a loro, fanno parte del Comitato Imo Bertolla (Confartigianato Pordenone), Davide Boeri (Confindustria Udine), Mauro Germani (Cna Fvg), Federico Ingargiola (Confcommercio Pordenone), Francesco Nocente (Coldiretti Pordenone), Marco Pascoli (Cooperazione), Luca Rossi (Confapi Fvg), Enrico Todesco (Confartigianato Udine) e Anna Turato (Coldiretti Udine).

«Sono felice che abbiamo voluto, di comune accordo, confermare e ampliare il Comitato – ha affermato il presidente camerale Giovanni Da Pozzo, presenziando alla prima seduta –, perché all’interno della Camera è importantissimo mantenere una connessione viva e diretta con i giovani imprenditori, le imprese giovani e i loro referenti di categoria, in grado di elaborare e fornire idee, progetti e attività su un tema in cui c’è molto da lavorare. Sono emerse e sono sicuro emergeranno anche in futuro questioni importantissime e proposte su cui la Camera potrà puntare, come già fatto in passato, con una nuova spinta che arriva ora dall’aver messo a fattor comune i due territori, del pordenonese e dell’udinese, in un unico gruppo».

Un gruppo che si è messo al lavoro cadenzando i prossimi incontri (si terranno a turnazione su entrambe le sedi camerali) e delineando le azioni da promuovere: attenzione alle startup e promozione della digitalizzazione d’impresa tra i giovani imprenditori o aspiranti tali, intensificazione delle relazioni impresa-scuola, con progetti importanti di alternanza come per esempio Junior Achievement, ma anche un lavoro comune su un tema trasversale a tutti i settori economici come quello del design e un occhio di riguardo al tema dell’internazionalizzazione.

«Abbiamo già concordato a tal proposito – ha precisato il presidente del Comitato Passon – l’organizzazione di un meeting internazionale con opportunità di matching tra giovani imprenditori, da realizzare qui sul territorio, e una serie di attività per le giovani imprese all’estero, per stringere nuove collaborazioni e realizzare progetti innovativi in ambito transnazionale. Per le giovani imprese soprattutto, aprirsi all’estero dev’essere una vocazione naturale e sempre più forte, per migliorare la propria formazione e la competitività aziendale».

Commenti (0)
Comment