Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nuova App "San Michele VR"

Turismo
31 ottobre 2018

Con la realtà virtuale nelle trincee del Carso

di redazione (fonte Fondazione Carigo)
Dal 4 novembre sarà attivo l'innovativo sistema che condurrà le persone attraverso il proprio smartphone direttamente sui camminamenti e nelle gallerie delle battaglie della Grande Guerra
CONDIVIDI
27229
Turismo
31 ottobre 2018 di redazione (fonte Fondazione Carigo)

Un nuovo approccio multimediale di forte impatto emozionale e altamente immersivo caratterizza l’esperienza che i visitatori possono vivere al rinnovato Museo storico del Monte San Michele a Sagrado, nei pressi di Gorizia, tra gli scenari più tristemente noti e sanguinosi della Prima guerra mondiale, che quest’anno, proprio in occasione del Centenario della fine della Grande Guerra, ha riaperto i battenti dopo un restyling completo nei contenuti e nella modalità di fruizione, con tecnologie all’avanguardia a livello internazionale. L’iniziativa è stata voluta e realizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, presieduta da Roberta Demartin, nell’ambito della cornice progettuale denominata Fondazione CariGO GREEN, con il sostegno di Intesa Sanpaolo e il coordinamento dell’architetto paesaggista Andreas Kipar.

La ditta IKON incaricata del riallestimento ha realizzato contenuti con l’utilizzo di tecnologie che trasmettono al pubblico sia informazioni che emozioni da vivere in prima persona. La Grande Guerra raccontata tramite la Virtual Reality esperienza pressoché unica a livello internazionale di immersione a 360 gradi sulle linee del fronte della Grande Guerra con sorprendenti novità dal punto di vista delle tecnologie digitali impiegate – è stata recentemente selezionata dal World Summit Awards come il miglior prodotto digitale in Italia nel settore Cultura & Turismo.

Agli spazi espositivi del Museo – che presenta sale interattive con schermi touch e 15 postazioni di virtual reality con visori e cuffie che consentono ai visitatori un vero e proprio tuffo sul fronte del basso Isonzo con 15 minuti di esperienza immersiva nelle trincee durante azioni di attacco, piuttosto che in momenti di vita quotidiana – si aggiunge adesso l’allestimento multimediale degli spazi esterni del complesso del San Michele.

Tracciati trincerati, gallerie, fortificazioni, cippi e monumenti sono stati anch’essi dotati dei più innovativi strumenti di fruizione. Da domenica 4 novembre sarà così possibile fruire della nuova app dedicata scaricabile gratuitamente dal proprio smartphone per fruire in remoto della realtà virtuale e in loco della realtà aumentata, la “San Michele VR”.

Punti di forza dell’app sono i contenuti in realtà virtuale per far scoprire anche da lontano, agli utenti di tutto il mondo, cosa riserva una visita al Museo del San Michele e dell’intera area sacra.

Acquistando il biglietto museale i visitatori potranno poi attivare anche i contenuti di realtà aumentata (AR) visibili lungo il percorso museale pedonale esterno, all’interno della Cannoniera e presso la caverna Lukachich. Una segnaletica dedicata consentirà di attivare i contenuti multimediali in augmented reality (AR) tramite l'app mobile: il visitatore inquadrando l’AR target attraverso l’obiettivo del proprio smartphone vedrà apparire sullo schermo elementi tridimensionali aggiuntivi rispetto al contesto ambientale inquadrato con la visualizzazione di ologrammi 3D e potrà ascoltare alcuni racconti legati alle vicende di questi luoghi.

Domenica 4 novembre sono programmati due momenti di spiegazione tecnica dell’uso della app “San Michele VR”, con percorsi guidati all’uso dell’app mobile su prenotazione fino ad esaurimento dei posti, alle 12 e alle 14.30.

Per prenotazioni al percorso guidato a cura di Ikon e Cooperativa Thiel chiamare il numero: 0481/92002 - da martedì a domenica 10-16 - o mandare una mail a museosanmichele@coopthiel.it

Nella stessa giornata, in occasione della cerimonia di commemorazione al sacrario di Redipuglia, il Museo sarà aperto con orario continuato dalle 10 alle 17 (normalmente la chiusura è alle 16).

Commenti (0)
Comment