Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Il 23 giugno la cerimonia di premiazione

Cultura e Spettacolo
07 maggio 2018

Il Premio Hemingway si tinge di rosa

di redazione (fonte Premio Hemingway)
A tre donne e un uomo i riconoscimenti della 34^ edizione della kermesse di Lignano Sabbiadoro, dedicata quest'anno a Pierluigi Cappello
CONDIVIDI
25183
Lilli Gruber
Cultura e Spettacolo
07 maggio 2018 di redazione (fonte Premio Hemingway)

L’autrice francese Annie Ernaux per la Letteratura, il neuroscienziato Antonio Damasio per l’Avventura del pensiero, la giornalista Lilli Gruber nella sezione Testimone del nostro tempo e l’artista Francesca Della Toffola per la Fotografia sono i vincitori del Premio Hemingway 2018, dedicato in questa edizione a Pierluigi Cappello e promosso dal Comune di Lignano con il sostegno degli Assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive della Regione Friuli Venezia Giulia, attraverso la consolidata collaborazione con la Fondazione Pordenonelegge.it.   

È un Premio che quest’anno “parla” molto al femminile, nella esplorazione poliedrica dei tratti portanti della personalità di Ernest Hemingway: sarà una delle più amate voci della cultura francese, Annie Ernaux, a restituire la sua profonda anima di scrittore con i tratti forti e incisivi che le sono propri e che scandiscono anche il suo ultimo romanzo, “Una donna”, appena pubblicato in Italia per L’Orma editore. Mentre una delle più note e apprezzate giornaliste e inviate degli ultimi decenni, Lilli Gruber, rappresenterà l’intensa esperienza di reporter di guerra che avrebbe poi ispirato molte pagine indimenticabili dell’opera di Hemingway. Il poker dei vincitori 2018 del Premio si completa con il talento fotografico di Francesca Della Toffola, artista che unisce alla ricerca un’appassionata sensibilità estetica, e con le geniali intuizioni di un grande esploratore della natura umana e soprattutto della nostra coscienza, il neuroscienziato Antonio Damasio, di cui proprio domani uscirà in Italia, per Adelphi, il nuovo saggio “Lo strano ordine delle cose. La vita, i sentimenti e la creazione delle culture”.

I vincitori sono stati annunciati dal sindaco del Comune di Lignano Luca Fanotto con l’assessore alla Cultura Ada Iuri, il presidente della Fondazione Pordenonelegge.it Giovanni Pavan e con il presidente della Giuria del Premio Hemingway Alberto Garlini, affiancato dai giurati Gian Mario Villalta e Italo Zannier. Impossibile non ricordare un nome eccellente che fino al 2017 aveva preso parte alle scelte dei vincitori quale componente di Giuria del Premio Hemingway, il poeta e scrittore friulano Pierluigi Cappello, scomparso lo scorso autunno. Il suo ricordo e la profondità del suo pensiero e della sua opera resteranno di ispirazione per le edizioni a venire, e a lui sono dedicati gli incontri del cartellone 2018.

Nel segno di Ernest Hemingway, dunque, gli “Incontri” che ogni anno trasformano il Premio in un vero e proprio Festival, aperto alla partecipazione del pubblico nella “piccola Florida italiana”, la radiosa città di Lignano Sabbiadoro. Un cartellone prche permetterà di incontrare Annie Ernaux, Antonio Damasio, Lilli Gruber e Francesca Della Toffola al Centro Congressi Kursaal. La Serata di Premiazione si svolgerà al CinemaCity sabato 23 giugno alle 18. Per informazioni e per prenotare il proprio posto, fino ad esaurimento: www.premiohemingway.it

Commenti (0)
Comment