Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Notte di arrivi e decolli a Rivolto

Attualità
16 maggio 2017

Voli d'emergenza, nuove vite dal Friuli

di redazione (fonte Ufficio stampa Aeronautica Militare)
Tre equipe mediche provenienti da Roma, Bergamo e Torino hanno usufruito dell'Aeroporto militare del 2° Stormo per prelevare organi da un donatore deceduto a Udine
CONDIVIDI
19359
Arrivo di una equipe medica per l'imbarco a Rivolto (ph. Aeronautica Militare)
Attualità
16 maggio 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Aeronautica Militare)

Nella notte appena trascorsa il personale del 2° Stormo dell’Aeronautica Militare ha attivato l’aeroporto di Rivolto per consentire lo scalo di tre diversi voli sanitari di urgenza provenienti dagli aeroporti di Roma Ciampino, Torino e Bergamo: a bordo delle equipe mediche che hanno raggiunto in ambulanza l’Azienda Ospedaliera di Udine per degli interventi di prelievo di diversi organi da un donatore deceduto nella struttura del capoluogo friulano.

L’aeroporto è stato aperto alle 21.30, consentendo le regolari operazioni di atterraggio e decollo che si sono succedute tra mezzanotte e le 8.30 del mattino.

I vettori, due Learjet45 e un Falcon50, sono quindi ridecollati verso gli aeroporti di Torino, Bergamo e Milano Linate, dove delle ambulanze hanno prelevato gli organi e le equipe per raggiungere dei pazienti in attesa di trapianto.

Il 2° Stormo dell’Aeronautica Militare opera questo servizio di attivazione notturna su chiamata già dal 2016, in virtù di un accordo di collaborazione siglato tra il Reparto e l’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine per i voli sanitari notturni in favore del Centro Regionale Trapianti del Friuli Venezia Giulia, teso a colmare la parziale indisponibilità dell’aeroporto civile di Ronchi dei Legionari che viene chiuso nelle ore notturne.

Nel solo 2017 si è trattato della sesta attivazione notturna, che ha consentito finora 9 voli sanitari di emergenza in supporto a un servizio essenziale che concretamente salva vite umane.

Per il 2° Stormo è uno dei tanti esempi di collaborazione che mantengono saldo lo storico legame di reciproca disponibilità con il territorio friulano, espressione dei compiti di supporto alla popolazione e alle istituzioni che l’Aeronautica Militare assicura senza soluzione di continuità come forza armata moderna al servizio del Paese.

Commenti (0)
Comment