Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Progetto di Confcooperative Fvg

Attualità
07 aprile 2017

Cividale, l'impresa cooperativa nasce in classe

di Adriano Del Fabro (ufficio stampa)
Gli studenti dei Civiform hanno costituito tre “Associazioni cooperative scolastiche”: oltre a imparare un mestiere, apprendono anche competenze imprenditoriali
CONDIVIDI
18851
Alcuni degli studenti coinvolti
Attualità
07 aprile 2017 di Adriano Del Fabro (ufficio stampa)

Fare impresa cooperativa, grazie alle simulazioni d’impresa, diventa “materia di studio” al Civiform di Cividale del Friuli. Ad accompagnare gli studenti nell’apprendimento dei rudimenti dell’impresa cooperativa saranno gli esperti di Confcooperative Fvg. Tre le “Associazioni cooperative scolastiche” (Acs) costituite nel Centro di formazione professionale cividalese. Dopo l’Acs “Ohana’s - la dolce famiglia”, avviata a inizio anno scolastico con i ragazzi del IV anno dell’indirizzo di “Panetteria Pasticceria Gelateria” (produzione e vendita di prodotti dolciari e di panetteria), ora sono in costituzione l’Acs del settore “Ristorazione” (Restaurant Friends Company), che simulerà un’attività di catering, e quella del settore “Benessere” impegnata su un progetto di avviamento di un centro di estetica. Nei 3 indirizzi coinvolti in Acs, saranno impegnati circa 40 studenti.

«Sono iniziative che rientrano nelle attività di educazione cooperativa di Confcooperative Fvg. L’educazione cooperativa, infatti, è lo strumento che l’organizzazione utilizza per diffondere il modello cooperativo, a vantaggio non solo del movimento stesso, ma per una crescita civile della società nel suo complesso», spiega Giuseppe Graffi Brunoro, presidente di Confcooperative Fvg.

«Tali interventi sono fondamentali per potenziare nei giovani competenze imprenditoriali che trovino riscontro diretto in un’esperienza operativa. Capire cosa vuol dire fare impresa non solo nella realizzazione, ma soprattutto nel metodo, permette di affrontare in modo cosciente il mondo del lavoro», aggiunge Gianpaolo Zamparo, presidente di Civiform, centro di formazione professionale dalla nuova dimensione regionale e una delle più importanti cooperative regionali.

Per Acs si intendono i progetti di simulazione d’impresa realizzati all’interno delle scuole. Gli studenti vengono aiutati, da formatori e insegnanti, a sviluppare una propria idea e a trasformarla in un’impresa simulata. L’essere simulazione implica la necessità di adeguare la struttura reale, ricreando però dei processi quanto più possibile aderenti alla realtà. Mettendo gli studenti di fronte alle stesse problematiche che devono affrontare gli imprenditori, si permette loro di acquisire conoscenze teoriche, ma anche competenze, atteggiamenti, mentalità. Attraverso opportune semplificazioni della struttura è possibile adattare tale strumento a qualsiasi ordine di scuola.

L’attività viene realizzata dai formatori dell’Ufficio Educazione Cooperativa di Confcooperative Fvg i quali, da oltre 10 anni operano nella formazione dei valori cooperativi e che, nel solo 2016, hanno coinvolto oltre 2.900 studenti della regione.

Commenti (0)
Comment