Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Dal 23 al 25 marzo

Attualità
02 marzo 2017

Mobilità sostenibile, in FVG il rally ecologico

di redazione (fonte Ufficio stampa Regione FVG)
Presentata a Trieste la competizione automobilistica transfrontaliera che coinvolgerà anche Slovenia e Croazia. Riservata esclusivamente ad auto elettriche o alimentate con energie alternative
CONDIVIDI
18210
Da sinistra: Di Pinto, Vito e Lemez (ph. Regione FVG)
Attualità
02 marzo 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Regione FVG)

A cavallo dei confini tra Italia, Slovenia e Croazia si terrà, dal 23 al 25 marzo, l'Econova Adriatic Rally, una competizione automobilistica transfrontaliera pensata per promuovere forme di mobilità sostenibili. Oltre al patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia c'è l'effigie della Federazione Internazionale dell'Automobile (FIA), con la possibile presenza del presidente Jean Todt. L'evento, a cui prenderanno parte automobilisti di sette Paesi europei, è stato presentato a Trieste alla presenza dell'assessore regionale all'Ambiente e all'Energia Sara Vito assieme al presidente dell'Associazione Miglio Corse Paolo Di Pinto e all'ideatore della manifestazione Primoz Lemez, presidente del Club S Rally di Lubiana.

"La Regione ha deciso di condividere e patrocinare quest'iniziativa poiché è pienamente in linea con una delle colonne portanti del Piano Energetico Regionale (P.E.R.), presentato nel 2015, ovvero la mobilità sostenibile" ha spiegato Vito. La competizione è infatti una gara di regolarità e dunque non premierà l'automobilista più veloce, ma - come ha precisato Paolo Di Pinto - colui che consumerà di meno attenendosi pienamente al Codice della Strada. La partecipazione è riservata esclusivamente alle automobili elettriche e a energia alternativa che durante il percorso effettueranno le dovute soste per ricaricare i propulsori.

Saranno in particolare proprio queste fermate l'occasione per promuovere il messaggio della mobilità sostenibile. Lungo l'itinerario saranno infatti molte le tappe durante le quali il pubblico avrà la possibilità di vedere da vicino le macchine alimentate a idrogeno, metano e altri tipi di energia ecosostenibile.

La tre giorni di Econova Adriatic Rally si aprirà giovedì 23 marzo nella sede della Regione in piazza Unità a Trieste, con un convegno internazionale sulla mobilità ecosostenibile alla presenza dei sindaci di diverse città italiane, slovene, austriache e tedesche per discutere di buone pratiche nel tema dei trasporti. "Durante questo incontro – ha anticipato Vito – la Regione presenterà il Progetto europeo NeMo, di cui è capofila, che punta alla sostituzione dei veicoli vetusti della Pubblica Amministrazione con vetture elettriche".

A seguire partirà la gara vera e propria con un percorso di quasi 700 chilometri che si snoda lungo le strade del Friuli Venezia Giulia, della Slovenia e in parte della Croazia. Le località toccate dall'itinerario saranno Capodistria, Brest e Jelovice (giovedì 23), Postumia, Lubiana e Pirano (venerdì 24) e infine Gorizia, San Floriano e Peteano, con arrivo a Trieste nel pomeriggio di sabato 25 marzo.

"Non è solo una competizione di regolarità e non è solo un'occasione per parlare di mobilità sostenibile ma è anche un'iniziativa che punta a mettere in risalto le località turistiche dei nostri territori" ha concluso Primoz Nemec, prevedendo un'ampia copertura mediatica degli operatori di informazione di molte nazioni europee e di altri continenti.

L'Econova Adriatic Rally è infatti il primo di una serie di quattro appuntamenti che nel 2017 coinvolgeranno l'Austria, la Germania, la Svizzera e il Principato di Monaco. Ma è anche una competizione inclusa nel calendario della Coppa FIA con 11 eventi, di cui uno in Giappone.

Commenti (0)
Comment