Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Approfondimento a Udine

Attualità
09 novembre 2016

Il Mepa apre ai lavori di manutenzione: opportunità per le imprese

a cura della redazione
Possibilità di operare con la pubblica amministrazione attraverso sette diversi bandi: eccoli nel dettaglio
CONDIVIDI
16588
Da sinistra: Cillepi, Pilutti, Summo e Saracino (ph. CCIAA UD)
Attualità
09 novembre 2016 della redazione

Oltre 150 tra istituzioni e imprenditori hanno partecipato a Udine all’approfondimento sulle nuove opportunità offerte tramite il Mepa, il Mercato Elettronico della Pubblica amministrazione (www.acquistinretepa.it), realizzato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze tramite Consip, che garantisce alle amministrazioni acquisti di beni e servizi – e ora lavori – sempli­ficando e standardizzando le procedure, riducendo i costi e assicurando trasparenza e concorrenzialità. 

La Legge di stabilità 2016 introduce infatti la possibilità che gli strumenti di acquisto e di negoziazione messi a disposizione da Consip possano riguardare anche l’esecuzione di lavori di manutenzione nel settore pubblico. Una nuova opportunità, in un comparto ulteriore, va dunque ad aggiungersi alle tante possibilità, ormai consolidate, date alle imprese, che possono offrire i propri prodotti e servizi e negoziare le proprie offerte con la Pa, aggiungendo così un canale complementare rispetto a quelli tradizionali già attivati dalle singole realtà produttive per gestire le relazioni commerciali. E bene­ficiando dell’ampliamento del bacino della clientela grazie alla maggiore visibilità data dall’adesione al portale.

Il 1° luglio scorso sono stati pubblicati sul Mepa sette nuovi “bandi” (così si chiamano i “segmenti” in cui è possibile operare), relativi ai Lavori di manutenzione. Si tratta di manutenzioni edili; stradali, ferroviarie e aeree; idrauliche, marittime e reti gas; impianti; ambiente e territorio; beni del patrimonio culturale; opere specializzate.

Per illustrare il funzionamento delle nuove iniziative sviluppate, anche con esempi operativi, la Cciaa Udine ha ospitato dal Consip Tiziana Cillepi, della Direzione Programma Razionalizzazione Acquisti Pa (Area Promozione e Supporto) e Claudia Summo, della Direzione Sourcing Servizi e Utility (Area Energia e Utility), nonché Cinzia Saracino, Responsabile Sportello in Rete Confartigianato Udine: le tre relatrici hanno spiegato anche dal punto di vista pratico le novità e le modalità di usufruire del servizio, sia dal lato delle istituzioni “offerenti” sia dal lato delle imprese che possono diventare fornitrici. L’introduzione dell’incontro è stata curata dal Segretario generale della Camera di Commercio, Maria Lucia Pilutti, che ha invitato imprese e professionisti a usufruire delle opportunità del Mepa, oggi sempre più ampie e anche fruibili in comparti che in questi anni hanno sofferto più di altri la crisi.

Commenti (0)
Comment