Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata la ventesima stagione teatrale

Cultura e Spettacolo
28 settembre 2016

Da Paolo Rossi a Marco Paolini per il compleanno del Pasolini

a cura della redazione
Il via martedì 8 novembre: diciassette serate tra prosa, danza e concerti. Ecco il calendario completo
CONDIVIDI
15915
Il sindaco Gianluigi Savino (ph. C. Pizzin)
Cultura e Spettacolo
28 settembre 2016 della redazione

Presentato il programma dell’edizione numero venti della stagione artistica del Teatro Pasolini di Cervignano, durante una conferenza stampa alla presenza del sindaco Gianluigi Savino e dell’assessore comunale alla cultura, Marco Cogato, presidente dell'Associazione culturale Teatro Pasolini.

Dall’8 novembre 2016 al 9 aprile 2017, saranno diciassette le serate di spettacolo, danza e concerti dal vivo, mentre prosegue ininterrotta la programmazione settimanale di cinema in prima visione e d’autore, con le novità e le rassegne speciali per gli adulti e anche per il pubblico delle famiglie e dei bambini.

La stagione di prosa disegna un percorso che incrocia la danza, quest’anno rappresentata da una formazione d’eccezione come il Balletto Teatro di Torino (In Chopin, 26 novembre, appuntamento realizzato in collaborazione con il Circuito multidisciplinare del Friuli Venezia Giulia), grandi protagonisti come Paolo Rossi nel suo spettacolo di teatro canzone in omaggio all’amico Gianmaria Testa (RossinTesta, 8 novembre), il tandem comico di Ale&Franz con una irresistibile galleria di personaggi e varia umanità in cui specchiarsi con il sorriso (Tanti Lati Lati Tanti, 10 dicembre), fino all’ospite che chiuderà la stagione, Marco Paolini, che torna a Cervignano con Numero Primo (9 aprile 2017), un nuovo monologo dei suoi “storici” Album, la serie teatrale con cui Paolini si è fatto conoscere e amare dalle platee italiane.

L’interesse verso autori e testi drammaturgici contemporanei porta quest’anno a Cervignano adattamenti scenici come quello de La bastarda di Istanbul (13 marzo), dal romanzo della scrittrice turca Elif Shafak, con protagonista Serra Yilmaz, l’attrice feticcio del cinema di Ozpetek, in una avvincente saga famigliare inter-etnica che ricorda la drammatica persecuzione del popolo armeno. L’amore immortale in tutte le sue forme celebrato da Shakespeare nei suoi Sonetti è al centro del dialogo-sfida scenica di due grandi prime donne come Manuela Kustermann e l’attrice e cantante Melania Giglio (Dichiaro guerra al tempo 19 gennaio).

Per la produzione degli Artisti Associati vedremo poi la prima versione italiana di Figli di un dio minore (19 marzo) dal testo teatrale di Mark Medoff, consacrato sul grande schermo dal celebre film premio Oscar con William Hurt. Fausto Paravidino dirige la compagnia del Teatro stabile del FVG in Souper (20 dicembre), riscoprendo l’attualità di un testo teatrale dell’incantevole autore de “I ragazzi della via Pal”, Ferenc Molnar, mentre La Contrada sarà ospite con la nuova commedia scritta e diretta da Matteo Oleotto, Il solito viaggio (10 gennaio 2017), con protagonisti Marina Massironi e Roberto Citran.

Le diverse coniugazioni del jazz, della world-music e della canzone d'autore sono al centro del programma della stagione musicale curata da Euritmica.

Si va dal “melangé” (così lo definisce l’artista) di uno dei progetti più riusciti del trombettista Paolo Fresu: il Devil Quartet (12 gennaio), al “neapolitan power” di James Senese e del suo storico gruppo Napoli Centrale (2 dicembre), iniziando dal jazz degli Oregon (17 novembre), del chitarrista statunitense RalphTowner, che attinge a sorgenti musicali da tutto il mondo e il filologico e sperimentale tributo ai geniali Frank Zappa, Jimi Hendrix e Charles Mingus dei Quintorigo & Roberto Gatto (22 febbraio).

Anche la canzone d’autore e la musica targata Friuli Venezia Giulia troveranno adeguati spazi: la Mitteleuropa Orchestra sarà infatti la protagonista del concerto di fine anno, il 19 dicembre. Due indimenticabili artisti, Mia Martini e Luigi Tenco, saranno ricordati con altrettanti tributi a loro dedicati. La breve ma intensa carriera di Luigi Tenco, che nella notte del 27 gennaio di 50 anni fa si tolse la vita in una stanza d’albergo a Sanremo (una tragedia dai contorni ancora oggi poco chiari), sarà ripercorsa – nel giorno esatto dell'anniversario –dal gruppo guidato dal chitarrista Armando Corsi, con un nuovo progetto dal titolo “Lontano, lontano...”. La voce di  Mirjam Civettini, dal timbro straordinariamente vicino a quello di Mia Martini, con lo spettacolo “Mimì… con noi” (10 marzo) regalerà un po’ di quelle emozioni che la cantante calabrese ha suscitato nel pubblico, con pagine di assoluta bellezza da lei interpretate nel corso della sua travagliata carriera e vicenda umana (10 marzo).

Per quanto concerne l’ambito cinematografico, la nuova stagione del Pasolini, avvalendosi del sistema di proiezione in digitale 2K, intende proporre un’offerta di livello e con una quantità di proiezioni sui numeri della passata stagione quando si è superata la quota di cento giornate di proiezione, collocate prevalentemente nei fine settimana. Si inizia sabato 1 ottobre con L’era glaciale: in rotta di collisione, quarto sequel del film d’animazione della Fox. Tra i più significativi titoli che seguiranno in palinsesto: Deepwater, Questi giorni, Alla ricerca di Dory, La verità sta in cielo, Elvis & Nixon. Tra i film d'essai in calendario prossimamente: Frantz, Un padre una figlia, Cafè Society, Neruda.

Confermata anche in questa stagione la proposta di filmati della serie La grande arte al cinema, prodotto da Nexo Digital.

Commenti (0)
Comment