Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Progetto in fase di studio

Attualità
07 luglio 2016

Lignano, guardie giurate contro gli abusivi in spiaggia

di Laura Menis
Tra Sabbiadoro e Pineta coinvolgimento di 25 uomini con decreto prefettizio: agiranno in coordinamento con bagnini a terra e forze dell'ordine
CONDIVIDI
14969
La spiaggia di Lignano Sabbiadoro (ph. Turismo FVG)
Attualità
07 luglio 2016 di Laura Menis

Per contrastare gli ambulanti abusivi sulla spiaggia di Lignano c’è un progetto che potrebbe diventare operativo entro pochi giorni.

I presidenti di Lignano Sabbiadoro Gestioni, Loris Salatin, Consorzio Spiaggia Viva, Donatella Pasquin, Confcommercio Lignano, Enrico Guerin, Consorzio Lignano Holiday, Francesca Zaghis, si sono riuniti per valutare la predisposizione di un piano concreto per il fenomeno dell'abusivismo commerciale sul litorale e per tutelare il diritto alla tranquillità dei turisti.

L'idea è quella di disporre tra Sabbiadoro e Pineta la presenza di 25 guardie giurate con decreto prefettizio, ovvero con potere di allontanare gli abusivi. La loro azione avverrebbe in coordinamento con i bagnini di terra e con le forze dell'ordine attualmente presenti.

L'aspetto economico, oltre che quello organizzativo, potrebbe essere l'unico ostacolo in un avvio di stagione non certo favorevole. A ogni modo, c'è sinergia di intenti non solo tra gli operatori, ma anche con il Comune, non presente all'incontro, ma che già si è espresso favorevolmente anche in merito al sostegno concreto.

Nei prossimi giorni sarà possibile sapere se il progetto vedrà la luce già quest'anno. L'idea è quella di partire subito per sfruttare l'esperienza di quest'anno anche per il 2017. Perché, questo è emerso con chiarezza, qualcosa va fatto in via definitiva.

"Non si può consentire – dichiara Salatin – che i turisti vengano disturbati durante le vacanze e tutti siamo d'accordo nel partire al più presto con questa azione. Naturalmente, la spiaggia è l'ultimo anello della catena e si auspica che prosegua l'azione di intelligence sul territorio che porta ai sequestri della merce, prima che questa arrivi sotto l'ombrellone. E sappiamo bene che queste operazioni rappresentano l'azione più efficace contro questo fenomeno”.

Commenti (0)
Comment