Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata la stagione degli Amici della Contrada

Cultura e Spettacolo
28 settembre 2015

Trieste, ritorna il "Teatro a leggio"

di Sara Del Sal
Sei spettacoli in programma al Bobbio. Apertura il 12 ottobre.
CONDIVIDI
11264
Pietro Spirito (ph. Amici della Contrada)
Cultura e Spettacolo
28 settembre 2015 di Sara Del Sal

Presentato il nuovo cartellone di Teatro a Leggìo dell’Associazione Amici della Contrada per la Stagione 2015/2016.

Il cartellone del “Teatro a Leggìo” 2015/2016, che si terrà nella consueta sede del Teatro Orazio Bobbio, prevede per questa stagione sei serate che spazieranno dai classici ai testi di autori contemporanei, dalla drammaturgia italiana a quella europea e nord-americana. L’orario di inizio delle rappresentazioni è stato posticipato alle ore 18.

Il “Teatro a Leggìo”, si aprirà lunedì 12 ottobre con Non ti conosco più di Aldo De Benedetti, un titolo che venne portato in scena anche dalla Contrada in una fortunata messinscena capitanata da Lauretta Masiero, Micol Pambieri, Orazio Bobbio e Riccardo Peroni nella stagione 1996/97. Una commedia degli equivoci che parte dalla perdita di memoria di una donna che non riconosce più il marito e si convince di essere sposata con il medico che dovrebbe soccorrere la famiglia. La riduzione del testo e la regia saranno curate da Elke Burul. In scena Enza De Rose, Valentino Pagliei, Francesco Godina, Daniela Gattorno, Stefano Bartoli e Myriam Cosotti.

Lunedì 16 novembre l’appuntamento sarà con  Giacomo Leopardi e la grande muraglia, un percorso inedito di Claudio Grisancich, che ne sarà autore e interprete, incentrato sulla biografia di uno dei più famosi autori della letteratura italiana. 

Lunedì 18 gennaio sarà l’occasione per assistere ad American Buffalo di David Mamet, una parabola fortemente teatrale sul possesso e sull’arguzia come possibili motori di riscatto, ambientato nell’America decadente e cinica delle periferie metropolitane, in cui ancora vige la legge del più forte.

Lunedì  15 febbraio è fissato l’appuntamento con Il direttore, un testo inedito del giornalista e scrittore Pietro Spirito scritto a quattro mani con Elke Burul. Trieste nella Seconda guerra mondiale farà da sfondo alla figura di Rodolfo Maucci, allora direttore de Il Piccolo.

Lunedì 14 marzo andrà in scena Danza Macabra di August Strindberg, storia di un Capitano e di sua moglie Alice, che da quindici anni si divorano l’un l’altra su un isola, alimentando spettri e manie. L’arrivo di un amico, Kurt, di ritorno dall’America non potrà che rendere esplosiva la loro convivenza.

Il 18 aprile l’ultimo appuntamento è con Due signore di Manlio Santanelli, un testo che narra la convivenza forzata di due donne ormai anziane e che sarà interpretato da Ariella Reggio e Mari Delconte, e diretto da Mario Mirasola.

Info: www.amicicontrada.it

Commenti (0)
Comment