Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

L'estate di Bad Kleinkirchheim

Turismo
03 luglio 2015

La montagna come non l'avete mai vista

di Andrea Zuttion
I sentieri della Nock-Art con 63 chilometri di escursioni offrono panorami e attività in mezzo alla natura senza eguali. Eccole nel dettaglio.
CONDIVIDI
10461
Surf a Feld Am See (© Johannes Puch)
Turismo
03 luglio 2015 di Andrea Zuttion Image

Bad Kleinkirchheim d’estate offre l’occasione per vivere la montagna in modo originale, unico. Perché è capace di rinnovarsi, di riproporsi in un modo nuovo, innovativo.  Non ci sono solo le terme, le passeggiate: oggi Bad Kleinkirchheim si propone come località regina dell’escursionismo artistico grazie ai sei sentieri della Nock-Art, l’arte dei monti Nockberge. Sono in tutto 63 chilometri di escursioni dove ammirare non solo vette, pascoli e le fronde dei pini cembri, che qui la fanno da padrone, ma anche oggetti d’arte, che si integrano perfettamente nel paesaggio, arricchendolo. Si tratta di oggetti in materiali naturali, legno in primis,  con un design estremamente semplice,  di grande impatto emotivo. I sentieri e le loro opere d’arte, questa è la novità più sfiziosa dell’estate, si possono scoprire con una guida “smart”, grazie alla tecnologia NFC che trasforma gli smartphone in audioguide ad ogni pannello informativo. Ogni itinerario è abbinato alla sua storia, disponibile non solo in tedesco ma anche in inglese ed italiano 

Nock/Art è un’iniziativa voluta da Bad Kleinkirchheim Tourismus e guidata dal 2012 dal direttore artistico Edelbert Köb, già direttore del Museo d’Arte Moderna Ludwig di Vienna.  Grazie a lui tra le vette e i boschi dei Nockberge sono arrivate le opere del tirolese Michael Strasser, uno degli artisti emergenti più innovativi d’Europa, che ha proposto la sua rivisitazione delle antiche baite per la fienagione, e poi del rumeno Daniel Knorr, degli  svizzeri Not Vital e Roman Signer, degli austriaci Ingeborg Strobl, Lois Weinberger e Gottfried Bechtold e degli inglesi Andy GoldsworthyHamish Fulton.

Il binomio arte e movimento, per conoscere il territorio in modo sempre più stimolante,  coinvolge il Parco della Biosfera Unesco Nockberge, con sentieri tra i 1.000 e i 2.400 metri di quota e paesaggi estremamente diversi. È un territorio splendido da scoprire anche in bicicletta. Si passa dal lago di Feld, a 850 metri di quota, alle vette, sempre dolci, dei Nockberge. I chilometri  da pedalare sono più di 700, davvero per tutti i gusti : si passa dalle discese in single trail, magari con la risalita in cabinovia, alle facili escursioni intorno al lago, dal parco delle minibike, per i più piccoli, ai tour dei sapori in bicicletta. Inoltre c’è Bike Competence Center della Scuola di Sport Krainer a Feld am See, un centro che propone tour e lezioni per appassionati di tutti i livelli, anche in italiano, e veri e propri pacchetti turistici dedicati al ciclismo come “The Nock Five”, la risalita sulle cinque vette maggiori dei Nockberge, da compiere in quattro giorni. Ma non basta. Chi preferisce il ciclismo su strada può contare sulla scelta di ben 27 piste ciclabili dove spicca la Nockalmstraße, 35 chilometri con 52 tornanti che regalano panorami formidabili.  Per chi poi vuole regalarsi una gita in bicicletta davvero rilassante, in tutta la regione di Bad Kleinkirchheim e sino al lago di Millstatt ci sono 50 stazioni di noleggio dedicate alle e-bike, anche in versione mountain bike, per salire in quota facendo meno fatica.

Bad Kleinkirchheim, infine, offre una serie di itinerari giornalieri indimenticabili, i Momenti magici. Sono escursioni dedicate alla poesia, alla scoperta, alla contemplazione della natura, da godere con tutti i sensi. Può essere una camminata per godersi l’alba in quota, un itinerario tra i sapori non solo di quest’angolino di Carinzia ma anche dei vicini paesi del circuito Alpe Adria, una passeggiata in un giardino botanico speciale, dove le erbe diventano oli, saponi e prodotti cosmetici biologici o un trekking nel Parco della Biosfera Unesco Nockberge per scoprire la storia dello „speick“, la valeriana celtica, una pianta unica, della tundra, retaggio  dell’ antico passato dei Nockberge. Si conclude con un piacevolissimo pediluvio arrichito da essenza di valeriana celtica, per rilassare i piedi stanchi.

Commenti (0)
Comment