Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Per il centenario della Grande Guerra

Turismo
29 maggio 2015

A Milano un tram chiamato "Isontino"

di Stefano Caso
Al suo interno immagini e colori del Carso, per valorizzare e promuovere il turismo storico nelle nostre terre.
CONDIVIDI
10160
Il tram "Isontino" (ph. Provincia di Gorizia)
Turismo
29 maggio 2015 di Stefano Caso Image

Un tram milanese del 1923 vestito con le immagini e i colori della Grande Guerra nella valle dell’Isonzo. Un’iniziativa per rilanciare l’importanza del turismo storico e della collaborazione tra Italia e Slovenia nella promozione di pacchetti congiunti che valorizzino le peculiarità del territorio.

È stato presentato alla stampa nazionale a Milano dalla sede italiana della Spirit Slovenia, l’agenzia del turismo della Repubblica di Slovenia. All’evento c’era anche Mara Černic, vicepresidente e assessore al Turismo della Provincia di Gorizia, che ha illustrato il progetto Carso 2014+ e quello italo-sloveno Pot Miru – Via di Pace.

Arredato anche all’interno con foto d’epoca e altre immagini, come una sala del museo di Kobarid, il tram ha percorso tre itinerari, durante i quali, oltre a Mara Černic, ha parlato il direttore del Museo di Caporetto/Kobarid, Zeljko Cimprič: «Nel 2014 il nostro museo ha registrato 60 mila visitatori, di cui un terzo circa italiani. È sempre aperto e al suo interno ogni anno vengono allestite interessanti mostre temporanee.»

È poi intervenuto Gorazd Skrt, direttore della Spirit Slovenia. I vari interventi sono stati intervallati da performance di danza e musicali, tra cui quella dei Tori Story, la cui cantante (Marvit Calvi) è triestina. All'arrivo in piazza Fontana, ai passeggeri è stato offerto il rancio del soldato preparato in una cucina da campo. Ora il tram girerà per Milano ancora per un mese.

Commenti (0)
Comment