Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Le prime origini

Sport
12 ottobre 2012

Peugeot Tipo 3, una storia ancora più antica

 di Michele Tomaselli
Il proprietario Gaetano Rossi la donò a Guido Lazzari.
CONDIVIDI
Peugeot Tipo 3
Sport
12 ottobre 2012 di 
Michele Tomaselli

La storia incredibile della Peugeot Tipo 3 ha radici ancora precedenti: l’aveva ordinata a Parigi, il 30 agosto 1892, Gaetano Rossi, proprietario della maggiore industria italiana di tessuti, la Lanerossi di Piovene Rocchette.

A causa dei lunghi tempi della produzione artigianale, l’auto venne poi consegnata il 2 gennaio del 1893, costituendo la prima autovettura con motore a petrolio nell’allora Regno d’Italia. Dalla fattura di vendita si evince che fu pagata ben 5.425 franchi francesi. Si trattava di un costo stratosferico per i tempi di allora, pari a oltre 6 anni di salario di un operaio.

Alvise Rossi di Schio riferisce con questa testimonianza quel momento epocale:

«La precisione e la puntualità era una caratteristica di Gaetano Rossi. Ogni giorno, a mezzogiorno, quando lasciava la fabbrica di Piovene Rocchette con la Tipo 3, percorreva la via principale del paese e la gente si rendeva allora conto che era “scattata la mezza” e alcuni addirittura regolavano il loro orologio al passaggio di Rossi sulla sua rumorosa e traballante vetturetta…»

Ad ogni modo Gaetano Rossi nel 1896 passò alla Peugeot Tipo 9, vettura più comoda e potente, vendendo la Tipo 3 a Guido Lazzari, suo lontano parente.

Commenti (0)