Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Progetto "Il Corpo non Mente"

Società
25 marzo 2015

Sclerosi Multipla: percorso riabilitativo alle Terme Romane di Monfalcone

di Gisella Pandolfo
Iniziativa dell'Associazione CCSVI. Attenzione focalizzata sull'influenza reciproca di fattori psicologici e fisici.
CONDIVIDI
9427
(ph. Terme Romane di Monfalcone)
Società
25 marzo 2015 di Gisella Pandolfo

“Il Corpo non Mente”: questo il nome del progetto riabilitativo per malati di sclerosi multipla ideato dall'Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla – Friuli Venezia Giulia con l'obiettivo di offrire ai malati della regione un percorso riabilitativo il più possibile completo, volto alla promozione del benessere fisico, psichico ed emozionale del soggetto coinvolto.

Le Terme Romane di Monfalcone sono il luogo in cui si svolgerà l'attività di riabilitazione potendo offrire, grazie agli studi riservati ai medici, alle piscine attrezzate e alla palestra, spazi ideali per l'accoglienza dei malati e lo svolgimento del percorso riabilitativo. Il progetto sottende un approccio globale alla malattia, dove grande sarà l'attenzione dedicata agli aspetti psicologici, valutato che un efficace approccio terapeutico non può prescindere dall'inscindibilità delle due dimensioni mente/corpo e deve considerare il paziente nella propria interezza, dove il fisico, la mente e le emozioni si influenzano e condizionano reciprocamente.

“Siamo molto soddisfatti del progetto che ci accingiamo a varare - dichiara Silvia Chinellato, Presidente della Associazione - perché volto a colmare le lacune del nostro sistema sanitario che troppo spesso lascia scoperti i malati sul piano del supporto psicologico. L'inserimento del progetto all'interno delle Terme Romane di Monfalcone, che con estrema generosità ci hanno messo a disposizione i loro spazi, valorizza poi ulteriormente la nostra proposta permettendoci di offrire ai malati un percorso interessante e di indubbia utilità”.

Le Terme Romane di Monfalcone con la loro acqua che sgorga naturalmente alla temperatura di 38/39°, sono una delle più interessanti realtà termali della regione, note dall'epoca romana. Recentemente la struttura è stata interamente ristrutturata grazie a un progetto privato a partecipazione pubblica. L'acqua delle terme va considerata come “solfurea-salso-solfato-alcalinoterrosa”, è priva di cloro perché trattata alla fonte mediante impianto a ossigeno liquido e lampade UV ed è indicata per un vasto campo di applicazioni terapeutiche.

Il percorso riabilitativo prevede il coinvolgimento primario della dottoressa Rossella Siliotto, fisiatra e psicoterapeuta che da decenni si occupa di riabilitazione correlata a patologie neurodegenerative, essendo stata per 20 anni medico responsabile e direttore sanitario del Centro di Riabilitazione “Franca Martini” di Trento (Associazione Trentina Sclerosi Multipla). La dottoressa Siliotto da anni sperimenta e applica un percorso riabilitativo completo, che si articola in modo differente in funzione delle disabilità e dell'anzianità di malattia delle persone trattate, al fine di recuperare il più possibile la limitazione funzionale e di valorizzare le funzioni residue rimaste integre. Il progetto “Il Corpo Non Mente” prevede che la dottoressa Siliotto prenda in carico il paziente e lo orienti lungo il suo percorso riabilitativo svolgendo in prima persona l'attività di analisi psicologica e avvalendosi della collaborazione degli operatori e delle risorse della struttura Terme Romane di Monfalcone per la riabilitazione fisica. Il progetto riabilitativo “Il Corpo Non Mente”, la cui realizzazione è stata possibile grazie alla copertura economica offerta dall'Associazione Nazionale CCSVI nella Sclerosi Multipla Onlus, su fondi del 5X1000, sarà presentato ufficialmente venerdì 27 marzo alle ore 19 a Passons di Pasian di Prato, in Piazza della Chiesa. Interverrà la dottoressa Siliotto con una relazione esplicativa dell'approccio terapeutico adottato e la Presidente Silvia Chinellato per l'illustrazione dei dettagli del progetto. L'appuntamento darà il via alla raccolta delle adesioni da parte dei malati interessati. Per maggiori informazioni è possibile contattare l'Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla – Friuli Venezia Giulia scrivendo a ccsvi.sm.fvg@gmail.com o consultare il sito www.ccsvi-sm.org.

Commenti (0)
Comment