Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Un uomo tra gli orsi

Presentazione del libro di Andrea Mustoni
Manzano
Rosazzo
Abbazia di Rosazzo
01/07/22
18

Un uomo tra gli orsi” (Ediciclo Editore) di Andrea Mustoni è un viaggio nel possibile rapporto positivo fra boschi, orsi e esseri umani ma anche una piacevole cronaca su come l’autore e il suo gruppo di lavoro abbiano realizzato il primo programma europeo di reintroduzione di un grande carnivoro nelle foreste delle Dolomiti del Brenta in Trentino. Lo zoologo Mustoni, sarà protagonista il 1° luglio alle 18 de “I Colloqui dell'Abbazia. Il viaggio della carta geografica di Livio Felluga”, rassegna curata da Elda Felluga e Margherita Reguitti, conduttrice dell’incontro, che si terrà nella Sala delle Palme dell’Abbazia di Rosazzo (Manzano).

Sarà un viaggio fra diario personale e narrazione dal ritmo cinematografico, raccontato in prima persona da Mustoni, coordinatore-responsabile dell’avventuroso progetto denominato Life Ursus che ha permesso, dal 1996 al 2004, di riportate gli orsi bruni a vivere nelle Alpi italiane. I plantigradi sono stati infatti trasferiti stabilmente in Trentino dalle foreste della Slovenia del nord, a pochi chilometri dal confine con l’Italia. Un’attività lunga e complessa, non priva di rischi, raccontata in presa diretta; dalla programmazione a tavolino mettendo d’accordo leggi e competenze di due nazioni, alla cattura degli esemplari, loro trasferimento, liberazione sui monti Italiani e successivo  monitoraggio anche per evitare fattori di rischio derivato dall’incontro fra gli orsi, animali domestici e umani. “La squadra dell’orso, ricorda Mustoni, era fatta di persone e professionisti che amavano il lavoro e odiavano il palcoscenico, per questo il profilo è sempre stato tenuto basso anche quando l’orso era sulle pagine dei quotidiani “super star”. Ora che il più grande mammifero selvatico delle Alpi si è stabilmente insediato sulle montagne trentine l’avventura può considerarsi positivamente conclusa. Resta il compito di mantenere quanto realizzato con tanta fatica e passione”.

La rassegna è realizzata grazie alla Fondazione Abbazia di Rosazzo, Livio Felluga, Vigne Museum associazione culturale, il Comune di Manzano e il sostegno di Banca Intesa SanPaolo. E’ consigliata la prenotazione all’indirizzo fondazione@abbaziadirosazzo.it fino a esaurimento dei posti disponibili.

Informazioni sui siti:www.abbaziadirosazzo.it, www.liviofelluga.it e pagine social.