Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Trieste raccontata attraverso le cartoline della Modiano

Mostra per i 25 anni del Museo postale e telegrafico della Mitteleuropa
Trieste
piazza Vittorio Veneto 1
Palazzo delle Poste
14/12 e fino al 31/01
chiuso la domenica

Inaugurata nel salone nel Palazzo delle Poste di Trieste, in piazza Vittorio Veneto, 1 La Trieste del primo Novecento raccontata attraverso le cartoline della Modiano”, quarta e ultima mostra per celebrare i 25 anni del Museo postale e telegrafico della Mitteleuropa. L’esposizione è stata realizzata da Simonetta Freschi, responsabile dell’Archivio Storico Modiano, assieme a Chiara Simon, curatrice del Museo postale.

Dopo le suggestioni fotografiche di “Urban”, il filo della memoria riannodato con “160 anni al fianco degli italiani” e “25 anni al fianco dei triestini”, il suggello dell’annullo filatelico ad hoc e delle visite guidate, proseguono con una nuova mostra le celebrazioni per il quarto di secolo del Museo postale che ha da poco riaperto al pubblico dopo un intervento di restauro che lo ha reso più bello e funzionale.

La Trieste del primo Novecento raccontata attraverso le cartoline della Modiano” raccoglie una selezione di immagini tratte dalle lastre fotografiche conservate nell’Archivio Storico Modiano che raccontano la Trieste dei primi del Novecento attraverso le piazze e le vie più note della nostra città. È stato così ricostruito uno spaccato della vita dell’epoca mediante un percorso virtuale che invita il visitatore a scoprire le differenze tra com’era la città allora e come sono via via mutati nel tempo fisionomia e spazi. «Grazie ad alcuni ingrandimenti – spiegano le due curatrici – è possibile focalizzare il proprio sguardo su quei particolari che il formato classico delle cartoline formato centimetri 9 per 14 non potrebbe di certo rendere apprezzabili: i volti, le espressioni, gli abiti dell’epoca per un tuffo nel passato che può aiutare le nuove generazioni a comprendere come vivevano i loro coetanei di oltre un secolo fa. L’allestimento della mostra è volutamente incentrato sulle immagini, ma per chi volesse conoscerne la storia, è possibile scoprire aneddoti e curiosità sulla città di Trieste inquadrando il QR Code posto sotto ad ogni fotografia».

Le immagini recuperate riguardano per la maggior parte vedute e panorami della città di Trieste per un totale di oltre trecento lastre, ma nell’Archivio Storico Modiano si conservano anche centinaia di fotografie che ritraggono le località limitrofe della Venezia Giulia, dell’Istria, così come decine di immagini delle maggiori città italiane con una particolare attenzione ai principali centri urbani dell’allora Impero Austro Ungarico. «Ciò che però accomuna e caratterizza in maniera distintiva le cartoline della Modiano – proseguono le due curatrici – è la scelta deliberata di voler ritrarre le città od i panorami cogliendoli nella spontaneità del momento, in uno spaccato di vita quotidiana che non deve essere messa in posa o preparata ad hoc».

Non mancano inoltre le “chicche postali”, come le affrancature meccaniche che sono state utilizzare dalla Modiano nel corso dei decenni o alcuni francobolli chiudilettera della azienda triestina; come non potevano mancare le cartoline vere e proprie “S.D.M”, messe cortesemente a disposizione da un Collezionista privato dato che l’Archivio Storico conserva le lastre, i clichés di stampa ma solo pochi esemplari cartacei. Le varie vicissitudini (incendi accidentali e dolosi, bombardamenti e spostamento dei locali della fabbrica) che hanno contraddistinto la storia della Modiano nei primi decenni del Novecento hanno infatti con tutta probabilità distrutto le stampe di allora, ma non sono venuti meno i supporti in vetro e in metallo a testimonianza di una produzione che preserva il suo valore storico e artistico.

La mostra, nel salone al primo piano delle Palazzo delle Poste di Trieste, sarà visitabile fino al 31 gennaio, negli orari di apertura dell’Ufficio postale: da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 19 e il sabato fino alle 12.30. È possibile prendere appuntamento per una visita guidata scrivendo a Simonetta.Freschi@modiano.it.