Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Sala Giovani Giulio Regeni

A Turriaco intitolazione in ricordo del ricercatore friulano
Turriaco

Biblioteca comunale
25/01/20
17

In occasione della quarta ricorrenza della scomparsa, l'amministrazione comunale di Turriaco ha deciso di intitolare a Giulio Regeni la Sala Giovani della biblioteca, intendendo non solo ricordare un ricercatore e la sua passione per i libri e lo studio, ma anche sottolineare il proprio impegno a fianco della famiglia e delle istituzioni nella ricerca della verità e della giustizia.

Questa volontà - per Giulio, ma anche per tutti gli uomini e le donne che subiscono violazioni dei propri diritti fondamentali - deve essere sentita come esigenza universale di rispetto dei diritti umani. Per il suo desiderio di attraversare confini territoriali, culturali e linguistici, Giulio Regeni continuerà infatti ad essere un esempio per le giovani generazioni, un invito a coltivare il pensiero critico e ampliare i propri orizzonti senza pregiudizi e tenendo fede ai propri ideali.

"Questo piccolo, simbolico gesto - affermano gli assessori De Faveri e Pieri, che hanno seguito l'iniziativa - vuole essere la testimonianza di una tragedia che non può né deve essere dimenticata. Da oggi i giovani fruitori di questo ambiente avranno un motivo di riflessione in più, e speriamo di sollecitare in loro la stessa voglia di conoscenza ed apertura a nuovi orizzonti che c'era in Giulio".

La sala giovani (ex Mediateca) è stata aperta nel 2013, ed è accessibile dall'atrio principale del municipio, raccogliendo tutta la sezione ragazzi della biblioteca di Turriaco. L'ambiente soddisfa la richiesta di avere uno spazio in cui leggere e studiare con tranquillità; al suo interno vengono anche organizzate letture animate per i più piccoli (con l’ausilio dei lettori volontari che hanno aderito al progetto Nati per Leggere), ospitate scolaresche, organizzati incontri e recentemente si sono tenute le rassegne di giochi da tavolo.

Livio Nonis