Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Music

Remo Anzovino

Nell'ambito della "Festa del Refosco"
(ph. Marco Borrelli)
Cervignano del Friuli
Villa Chiozza, località Scodovacca
04/09/16
21

Anzovino ha da poco realizzato un nuovo album di inediti, che uscirà verso la fine dell’anno, registrato tra Tokyo, Londra, Parigi e New York. A maggio e a luglio, ha aperto, applauditissimo, le performance-evento dei 2Cellos, le rockstar del violoncello, rispettivamente all’Arena di Verona e alle Terme di Caracalla, a Roma. Spettacolare e seguitissimo anche il suo concerto all’alba, al MusArt Festival di Firenze, nel Chiostro degli Innocenti, dove è stato girato un emozionante video che sta spopolando in rete. Sue le musiche, suonate dal vivo, della diretta televisiva di Rai 3, nello scorso luglio, in occasione della serata finale del riconoscimento letterario più famoso d’Italia: il Premio Strega. Remo Anzovino è fra i compositori e interpreti più autorevoli della musica strumentale contemporanea. I suoi linguaggi musicali rappresentano una commistione di stilemi diversi, che abbattono ogni barriera di genere, che emozionano, che parlano del tempo in cui viviamo, in una dimensione evocativa, con profondità e trasporto.

Il musicista pordenonese ha al suo attivo quattro album d’inediti in studio, uno registrato dal vivo, dall'Auditorium Parco della Musica di Roma, che pone in evidenza le sue indiscutibili doti di performer live, e l’ultimo L’Alba dei Tram, dedicato alla figura di Pier Paolo Pasolini, con importanti featuring di alcuni grandi artisti di fama nazionale e internazionale come Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Mauro Ermanno Giovanardi, Premio Tenco 2015, Danilo Rossi, Prima Viola de La Scala, l’Orchestra d’Archi Italiana e molti altri. L’album è stato scelto come colonna sonora del docufilm ‘Pasolini maestro corsaro’, di Emanuela Audisio, giornalista di Repubblica, che ha ricevuto un Nastro d’argento per la sezione documentari.